giovedì 27 gennaio 2022

SQUADRA LASCIA IL CAMPO DI CALCIO PER INSULTI RAZZISTI AD UN SUO GIOCATORE PUNITA 3-0 A TAVOLINO !

 



BOLOGNA - Era il 28 novembre, due mesi fa, quando i giocatori del Saragozza, squadra della terza categoria bolognese, lasciarono il campo per solidarietà con un loro compagno al quale erano stati rivolti insulti razzisti da parte di un avversario del Real Basca.
 Dopo due mesi affidate alla procura federale il giudice sportivo è arrivato ora a una decisione, che farà discutere: pugno duro contro l'autore delle offese (dieci giornate di squalifica), ma nessuna elasticità nei confronti della squadra che abbandona il campo, punita con la sconfitta a tavolino per 3-0.!!!!!!

Pochi giorni dopo il fatto la Regione Emilia-Romagna premiò, con una targa, i giocatori e i dirigenti del Saragozza. "Non sempre vincere è la cosa più importante - disse, premiandoli, il presidente Stefano Bonaccini - specialmente quando sono in gioco valori come la dignità e il rispetto delle persone. Il razzismo si combatte con gesti concreti come questo, che possono valere più di mille parole e rappresentare un esempio importante specialmente per i più giovani".

Nessun commento:

Posta un commento

LASCIA UN TUO COMMENTO