venerdì 18 settembre 2020

COME MAI IL CANDIDATO LEGHISTA HA ACCUSATO I NERI DI AVER MALMENATO LUI INVALIDO IN CARROZZINA ?

 


VALENZA PO ( AL )-Aveva denunciato un'aggressione da parte di un "uomo di colore" e aveva lodato anche l'intervento di un amico, un ragazzo di 16 anni che lo aveva difeso e salvato. Ma non era vero niente. Aggressione ed "eroe" erano inventati. Lo hanno accertato i carabinieri di Valenza che hanno denunciato Lele Rachiele, 19 anni, candidato a Valenza come consigliere nella lista della Lega. L'accusa è simulazione di reato.

NON E' COLPA SUA !

LA COLPA E' DI CHI DA QUANDO E' NATO GLI HA INSEGNATO CHE RACCONTARE BALLE ,OVVERO  DI ESSERE AGGREDITI DA NERI ( MIGRANTI ) E' IL ,MODO MIGLIORE DI OTTENERE CONSENSI E VOTI ........
ED OTTENERE SOLIDARIETA' DAI PARLAMENTARI DELLA LEGA .


IERI 30 POSITIVI IN PROVINCIA DI VARESE ( di cui 14 a Varano Borghi )

 




I nuovi casi nelle ultime 24 nei comuni

Varano Borghi +14 
Busto Arsizio +3
Gorla Minore +2
Lonate Pozzolo +2
Marnate +2
Bardello +1
Cadegliano-Viconago +1
Cavaria Con Premezzo +1
Gallarate +1

( V.N)



REDDITO DI CITTADINANZA PER I FRATELLI DELINQUENTI !

 


Un altro grande risultato delle belle iniziative del M5S coi nostri soldi è il REDDITO DI CITTADINANZA ai vermi che hanno ucciso WILLY !

Si attesta intorno ai 33 mila euro la cifra che i quattro del branco di Colleferro avrebbe percepito indebitamente come reddito di cittadinanza. In base a quanto si apprende Marco e Gabriele Bianchi, Francesco Belleggia e Mario Pincarelli, avrebbero "omesso di indicare nelle autocertificazioni compilate dati dovuti, creandosi in tal modo le condizioni per accedere al beneficio". Alla luce di una serie di accertamenti la Guardia di Finanza di Colleferro li ha denunciati per violazione della legge che regola il reddito di cittadinanza alla procura di Velletri e li ha segnalati all'Inps per il recupero della somme. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori in su un totale di oltre 33 mila euro ottenuti dai denunciati ne devono essere recuperati 28.747 mila euro.

UNA AL GIORNO : attenti al gatto !

 



Si rafforza nel mondo la preoccupazione per i gatti, domestici o selvatici, liberi di circolare in città e campagne.

Secondo le stime dell’ecologista e docente di diritto Chris Smit, come riporta DutchNews, in media 32 uccelli vengono uccisi ogni minuto da gatti domestici. 

I Australia  ogni settimana, ai margini del deserto di Gibson, gruppi di nativi Pintupi – per lo più donne – seguono a piedi le tracce di spinifex: il gatto selvatico. La caccia al gatto indigeno è una tradizione qui, e avviene principalmente per reperire cibo.

giovedì 17 settembre 2020

AUMENTANO CONTAGI E DECESSI

 



ITALIA                 Contagi  1585 ( ieri 1452 )
                               MORTI     13 ( ieri     12 )

LOMBARDIA       Contagi    281 ( ieri   159 )
                               MORTI         1 ( ieri       2 )

CI SONO ANCHE I FURBETTI DEL TAMPONE GRATIS !

 



Una tizia si presenta all'astanteria dell'ospedale e dice all'infermiera : " Dovrei fare il tampone ,
L'infermiera : " Deve presentarsi al suo medico di base e sarà lui a fare la richiesta se riterrà che esistano i presupposti sanitari "
" Ieri ho avuto la febbre ed ora ho mal di gola "
A questo punto l'infermiera non ha scelta, è obbligata a prendere in carico la donna e ad ordinare il tampone sulla base dei sintomi riferiti, perché non sia mai che le cose siano andate davvero come la presunta malata le ha raccontate. Un quarto d’ora di attesa. «Il tampone è negativo - dice l’infermiera alla signora - aspetti qui perché fra qualche minuto il medico la visita». Il tempo di girarsi e la donna non c’è più .
Il tampone non è tassabile . 

A SESTO CALENDE ALCUNI BARISTI E COMMERCIANTI NON SONO CONTENTI DELLO SPOSTAMENTO DEL MERCATO ....MA LA COLPA E' DI CONTE ?

 

 SESTO CALENDE foto di Fulvia Varalli 

SESTO CALENDE - Lo spostamento del mercato del mercoledì dal centro a viale Lombardia ha creato malumore in alcuni  commercianti e baristi in quanto è venuta meno una clientela che , venendo al mercato, si fermava anche nei bar e nei negozi .
Orbene nei giorni scorsi sono andato a bere un caffe in due bar ed in entrambi ho trovato un volantino di protesta . Protesta contro l'amministrazione comunale per lo spostamento del mercato ? Nossignore : protesta contro il governo Conte !
Infatti in un bar vicino alla cassa facevano bella mostra un pacco di volantini , mentre in un altro vi era un volantino appeso sempre vicino alla cassa . I volantini erano quelli del fantomatico gruppo dei gilè gialli che esordivano con : " mandiamo a casa il goveno ----"Che sia sua la colpa dello spostamento del mercato ?

LA RICONOSCETE ?

 


Alcuni pensano che votando si questa signorina sa ne va a casa : niente di più errato . Questa resta !

MAMMA ORSA LIBERA : ALTRA SCONFITTA PER IL PRESIDENTE FUGATTI E PER LA LEGA !

 


TRENTO -Altro durissimo colpo per la Giunta leghista capitanata dal presidente Maurizio Fugatti: il Tar di Trento ha accolto la richiesta di sospensiva presentata da Enpa e Oipa. Questo mentre sul monte Peller sono iniziati i preparativi per la captivazione del plantigrado mediante il ricorso alle trappole a tubo. Un altro ko dopo che a fine luglio il tribunale amministrativo aveva già sospeso l'ordine di abbattimento

Una decisione che conferma l'inconsistenza della Provincia a trazione Lega in materia grandi carnivori. Un'ennesima testimonianza della fortissima difficoltà nella quale boccheggia l'esecutivo Risultati scarsissimi in quasi due anni di governo, oltre un sostanziale vuoto di idee e proposteformazione, informazione prevenzione sul territorio. Provvedimenti assunti con quellache sembra un'estrema superficialità, ordinanze quasi ridotte a slogan, tanto che vengono sospese dal Tar


SARDEGNA : IL TAR DA RAGIONE AL MINISTRO BOCCIA E SOSPENDE LA PATENTE SANITARI DELTURISTA

 


CAGLIARI -l Tar della Sardegna ha accolto il ricorso del governo sospendendo l'ordinanza del governatore della regione Christian Solinas.

Il decreto, in particolare, sospende l'efficacia dei soli tre articoli del provvedimento - il 10, l'11 e il 12 - che dettano le regole su chi intende fare ingresso nel territorio regionale prevedendo test covid obbligatori.

Invece - è scritto nel decreto del presidente della prima sezione Dante D'Alessio - "non vi sono ragioni per una pronuncia cautelare sulle ulteriori disposizioni dettate negli altri articoli dell'ordinanza impugnata che potrebbero ritenersi peraltro giustificate dall'evolversi della situazione epidemiologica nella Regione".

Quindi, resta in vigore quanto previsto nell'ordinanza numero 43 sull'obbligo di utilizzo delle mascherine H24 in tutti gli ambienti chiusi o aperti dove sia concreto il rischio di assembramento, ma anche l'insieme di disposizioni che, in vista della riapertura delle scuole il 22 settembre, portano fino all'80% l'occupazione dei posti a sedere nei mezzi del trasporto pubblico locale.


MOLESTIE SESSUALI SUL LAVORO !

 


I lavoratori, nella stragrande maggioranza dei casi donne, vittime di molestie sessuali correlate al lavoro sono più a rischio di suicidio o di tentativi di suicidio. Di fronte a questi risultati sembrerebbe difficile poter ignorare il problema. Molti studi in precedenza avevano dimostrato l’impatto negativo delle molestie sessuali sulla salute psico-fisica di chi le subisce. Ansia, depressione, assenze dal lavoro per malattia sono le conseguenze ampiamente documentate dei comportamenti indesiderati di natura sessuale da parte di colleghi e superiori. 

Ma che gli effetti delle molestie potessero aumentare il rischio di suicidio non era ancora mai stato dimostrato in maniera tanto convincente. Ora che è stato fatto, sperano gli autori dello studio, non ci si potrà più voltare dall’altra parte e far finta di nulla. 


IN MARE PIU' MASCHERINE CHE MEDUSE ?

 



Purtroppo quanto si temeva da tempo sta accadendo. 

Nel Mediterraneo presto ci saranno più mascherine che meduse. E’ l’allarme lanciato da un’organizzazione ecologista francese che ha denunciato la comparsa di questi rifiuti sulle coste e i fondali del paese.

Le immagini che arrivano dalla Francia sono davvero terribili. A scattarle e a diffonderle è stata l’organizzazione Opération Mer Propre che durante diverse operazioni di pulizia effettuate ad Antibes e nella baia del Golfe-Juan, situata sulla Costa Azzurra, ha raccolto dai fondali un gran numero di mascherine e guanti in lattice.

BIELORUSSIA TUTTI ZITTI !

 


La verità deve essere raccontata

In Bielorussia stanno facendo di tutto per nascondere la verità. Sono decine i giornalisti, anche stranieri, arrestati solo perché stavano raccontando la repressione violenta delle proteste scoppiate dopo la rielezione del presidente Lukashenko.

 

La verità deve essere raccontata.

 

Per questo, nonostante condizioni impossibili, dall'inizio delle proteste i nostri ricercatori sono sul campo: per documentare e raccogliere le testimonianze e le prove di questi orrori. Anche con il tuo aiuto, non ci fermeremo.


UNA AL GIORNO : ITALIA PAESE PIU' SICURO D'EUROPA ?

 


I dati del Censis ci dicono che gli omicidi volontari consumati in Italia negli ultimi  sono l' 0,8 ogni 100.000 residenti, inferiore a quella dei paesi Ue, che è dello 0,9 per 100.000 residenti .

Inferiori alla media europea sono anche i reati più violenti e che destano maggiore allarme sociale. .

Eppure cresce la paura e qualcuna soffia sulla paura ed invita la gente ad armarsi !

mercoledì 16 settembre 2020

DENUNCIATO IL BUGIARDO DELLA LEGA CHE ACCUSAVA UN NERO PER FARSI PUBBLICITA'

 


VALENZA ( ALESSANDRIA )-Aveva denunciato un'aggressione da parte di un "uomo di colore" e aveva lodato anche l'intervento di un amico, un ragazzo di 16 anni che lo aveva difeso e salvato. Ma non era vero niente. Aggressione ed "eroe" erano inventati. Lo hanno accertato i carabinieri di Valenza che hanno denunciato Lele Rachiele, 19 anni, candidato a Valenza come consigliere nella lista della Lega. L'accusa è simulazione di reato.

La finta aggressione era finita sui giornali la scorsa settimana quando il giovane candidato, che è costretto a spostarsi su una sedia a rotelle, aveva raccontato la sua storia. "Era un uomo di colore alto circa un metro e ottanta con una felpa grigia e un paio di jeans - aveva raccontato Rachiele  - mi si è avventato addosso mentre tornavo dal cimitero, voleva rubarmi il borsello". L'aggressore, secondo il racconto di Rachiele, era stato allontanato a suon di pugni dall'amico sedicenne.
L'episodio aveva creato scalpore a Valenza: Rachiele è molto conosciuto a Valenza, tanto che il 3 settembre scorso, in occasione del comizio del leader Matteo Salvini, il più applaudito era stato in realtà lui. Dopo l' "aggressione" al candidato consigliere erano arrivati i messaggi di solidarietà di molti colleghi del Carroccio, compresi due parlamentari, e del candidato sindaco Maurizio Oddone. L'ipotesi è che Rachiele e l'amico abbiano deciso di inventare tutto per dare il colpo finale alla campagna elettorale del candidato a poche settimane dalle elezioni amministrative a Valenza (
La Repubblica )

Per i vermi razzisti era un buonista ...con disprezzo

 




COME SI PUO' CREDERE AD UN ESSERE SIMILE ?

 


AUMENTANO CONTAGI E DECESSI !

 



ITALIA                  Contagi  1452 ( ieri 1229 )
                               MORTI      12 ( ieri       9 )

LOMBARDIA        Contagi    159 ( ieri  176 )
                                 MORTI       2 ( ieri      2 )

CONTINUA LA BATTAGLIA PER L'EUTANASIA LEGALE

 


Caro Andrea,

nell'ultimo fine settimana abbiamo ripreso la mobilitazione per chiedere al Parlamento la discussione sulla legge popolare per l'Eutanasia Legale.


7 anni fa infatti depositavamo alla Camera dei Deputati la nostra proposta. Da allora abbiamo fatto incontri, manifestazioni, raccolte firme. Grazie alle disobbedienze civili di Marco Cappato e Mina Welby abbiamo ottenuto la legge sul testamento biologico, una storica sentenza della Corte costituzionale e la settimana scorsa le motivazioni della sentenza della Corte d'Assise di Massa.


Possiamo dirci soddisfatti? Purtroppo no. In assenza di una legge chiara che fissi procedure e modalità di accesso al suicidio medicalmente assistito in Italia, il rischio di impossibilità al godimento di un tale diritto è costantemente dietro l'angoloSenza una legge la disomogeneità territoriale la farà da padrona e la possibilità di ottenere un fine vita nel rispetto della volontà della persona malata rischia di rimanere appannaggio di chi ha possibilità economiche per ricorrere alla via Svizzera.

DIO LI FA POI LI ACCOPPIA ( PER UN PO ? )

 


1
2




CELLATICA ( Brescia )Ormai è un vero e proprio botta e risposta quello che sta andando in scena a Cellatica (nel Bresciano) tra una coppia di giovani di cui non si conosce l'identità e il parroco: nei giorni scorsi monsignor Claudio Paganini aveva criticato il gesto di un anonimo imbrattatore, autore di una dedica all'amata sul muro del cimitero, consigliando alla ragazza di chiedere allo spasimante di uscire allo scoperto o di lasciarlo. Ora lei ha deciso di rispondere, affidando però la propria replica a un nuovo atto vandalico: "Sono la ragazza. Voi, prete, siete un maleducato a parlare di gente che non conoscete - ha scritto, anche lei su un muro del cimitero del paese - E comunque ho detto sì. Lo amo". Un atto di ribellione con cui l'autrice del messaggio rispedisce al mittente il tentativo di dialogo del sacerdote, che aveva cercato di metterla sul piano dell'ironia. "Preferisco sorridere e non commentare. Non ho più nulla da dire su questa vicenda" è l'unica reazione di monsignor Paganini.