venerdì 18 giugno 2021

GLI STRAPPA LA CATENINA CON LA SCUSA DI CHIEDERE INFORMAZIONI

 



MILANO - Ieri sera ,verso le 23 ,in una Milano affollata , un giovane stava passeggiando con la sua ragazza con la camicia slacciata dal gran caldo - Il giovane al collo aveva una catenina d'oro - La cosa è stata notata da un malvivente che , avvicinatosi con la scusa di chiedere una informazione, glie l'ha strappata .
Allertato subito il 112 con anche la descrizione del ladro , questo è stato fermato poco distante e la refurtiva recuperata 

LOMBARDIA - LA GIUNTA DI DESTRA NON ILLUMINERA' IL POIRELLONE IN OCCASIONE DEL PRIDE

 



MILANO -a Regione ha scelto di non illuminare il Pirellone in occasione del Pride. Ed è polemica dopo il voto contrario alla mozione presentata da Pd, M5s e Azione per chiedere che nelle notti della manifestazione a Milano, il 25, 26 e 27 giugno, il Pirellone venisse illuminato dai colori arcobaleno, con uno schieramento simbolico a favore dei diritti Lgbtqia+.

"La maggioranza che governa questa Regione - afferma la segretaria metropolitana del Pd Milano Silvia Roggiani - si dimostra, ancora una volta, avversaria dei diritti di tutti e paladina di quelli di parte. Regione Lombardia non può e non deve difendere solo 'certi' diritti, perché rappresenta tutte e tutti i lombardi. Non è accettabile che destra e Lega utilizzino il Pirellone come se fosse il loro partito, per illuminarlo quando pensano di avere un tornaconto elettorale salvo poi rifiutarsi di mostrare un segno di vicinanza a una comunità fatta di donne e uomini ancora troppo spesso discriminati e vittime di violenza. Giù le mani dalle istituzioni democratiche".

“Non sorprende - fa eco il responsabile Diritti del Pd Michele Albiani - questa decisione della maggioranza, visto che comprende persone come Bastoni che - come Fedez ha ricordato dal palco del 1º Maggio - è noto per le sue esternazioni violente e offensive nei confronti della comunità Lgbtq. L’ennesima prova che le forze oscurantiste che governano la Regione non guardano all’Europa moderna, ma a quella da brividi di Ungheria e Polonia".( MILANO TODAY )





TASSO DI POSITIVITA' CALA ALLO 0,5% CON 216.000 TAMPONI

 



ITALIA                      Contagi 1147 ( ieri 1325 )
                                   Morti         35 ( ieri    37 )

LOMBARDIA           Contagi   114 ( ieri   232 )
                                   Morti           2 ( ieri       4) 

VARESE                   Contagi         5 ( ieri    15 ) 

CINGHIALI : 30 ANNI FA UNA LEGGE CHE LI RIGUARDA ....E LA SITUAZIONE E' DRAMMATICAMENTE PEGGIORATA

 



VARESE - Prendendo spunto dal fatto che alla redazione di Varesenews sono giunte foto attraverso i social network che ritraggono alcune persone che nutrono delle cucciolate di cinghiali “sulla strada che porta al Mosè” del Sacro Monte, la redazione ci informa che esiste una legge del " lontano " 1992 che vieta di alimentare i cinghiali .
Ai signori che nutrono i cinghiali non passa per la testa che le femmine possano " arrabbiarsi " se qualcuno si avvicina ai cuccioli ?

Ma oltre alle questioni di sicurezza personale, e di danno ambientale dovuto al sovrannumero di animali selvatici a ridosso dei centri abitati che vi si recano certi di trovare cibo facile e in abbondanza, a risultare salato potrebbe essere anche il conto chiesto dalle leggi in materia.

Nutrire i cinghiali selvatici fuori dai casi previsti, è un reato penale. Si chiama “foraggiamento” ed è disciplinato dall’articolo 7 della legge 11 febbraio 1992, n. 157.

COSA DICE LA LEGGE

Art. 7
Disposizioni per il contenimento della diffusione del cinghiale nelle aree protette e vulnerabili e modifiche alla legge n. 157 del 1992 […]
2. E’ vietato il foraggiamento di cinghiali, ad esclusione di quello finalizzato alle attivita’ di controllo. Alla violazione di tale divieto si applica la sanzione prevista dall’articolo 30, comma 1, lettera l), della citata legge n. 157 del 1992.[…]

COSA SI RISCHIA

Art. 30.(Sanzioni penali)
l) l’arresto da due a sei mesi o l’ammenda da euro 516,00 a euro 2.065,00 per chi pone in commercio o detiene a tal fine fauna selvatica in violazione della presente legge. Se il fatto riguarda la fauna di cui alle lettere b), c) e g), le pene sono raddoppiate.


RINGRAZIAMO ANCORA UNA VOLTA VARESENEWS 

EUTANASIA LEGALE : PARTITA LA RACCOLTA FIRME PER IL REFERENDUM

 



Avevamo già raccolto firme per una legge di iniziativa popolare ; la Consulta aveva dato due anni di tempo al parlamento per legiferare in merito ....ed il tempo è trascorso invano . Ne sono trascorsi tre di anni !
Ed ora l'ultima possibilità !

 

Caro Andrea,
se non riusciamo a legalizzare l'eutanasia con un referendum, adesso, potrebbero volerci molti anni

 
Per molte persone malate, ogni giorno di ritardo è una tortura, e abbiamo visto che non possiamo contare sul Parlamento. Ha ignorato anche due richiami della Corte costituzionale.
 
Siamo di fronte a un bivio: fallire, o riuscire la raccolta delle 500.000 firme per il Referendum Eutanasia Legale entro il 30 settembre.
 
Per Daniela, morta di cancro a 37 anni il 5 giugno mentre chiedeva aiuto medico alla morte volontaria, in tribunale in Italia e in una struttura Svizzera. Eravamo al suo fianco, ma non ha fatto in tempo.
 
Per Mario, 43 anni, tetraplegico da 10 anni, che ha dovuto aspettare 10 mesi prima che il tribunale a Ancona ordinasse - con una sentenza storica, che ci ha visti al suo fianco - al Sistema sanitario nazionale la verifica delle sue condizioni per ottenere l'aiuto a morire, e ora deve aspettare le conclusioni.
 
E per tutte le persone che non sono oggi libere di scegliere fino a che punto vivere la propria condizione di sofferenza, dobbiamo agire subito
 
Caro Andrea, la campagna referendaria è partita: è il momento di impegnare tutte le nostre risorse, di tempo, di denaro, di energie e passione per un obiettivo che non è mai stato così vicino.( FILOMENA GALLO -ASS. LUCA COSCIONI )



CAMIONISTA FORZA PICCHETTO LAVORATORI ED UC CIDE SINDACALISTA !

 



BIANDRATE ( Novara )-Si chiamava Adil Belakhdim - padre di due bambini -ed era il coordinatore dei Si Cobas di Novara il giovane 37enne, cittadino italiano di origini marocchine, ed è morto investito da un camion davanti ai cancelli della Lidl di Biandrate, nel Novarese.

 E' accaduto in via Guido il Grande, durante una manifestazione di lavoratori della logistica. L'autista che lo ha investito poi è fuggito.
 A bloccarlo in autostrada sono stati i carabinieri che lo hanno portato in caserma per raccogliere la sua versione.

E' stato arrestato, al momento con le accuse di omicidio stradale e resistenza, il camionista di 25 anni, italiano.


UN PARENTE STA MALE ....SEQUESTRANO UNA AMBULANZA DELLA CRI

 



NAPOLI -Due persone sono state arrestate per ....sequestro di ambulanza , minacce .....
Sembra la trama di un film semi comico , ma è accaduto realmente a San Giovanni a Teduccio -
Un parente sta male e chiamano il 118 .
Non soddisfatti due trentunenni si recano in moto alla vicina Croce Rossa . Lì, mentre uno attende, fuori, in sella a uno scooter, l'altro entra di soppiatto e costringe i dipendenti a farsi consegnare un'ambulanza.

 L'uomo dopo essersi introdotto furtivamente negli uffici ha inveito contro il personale, con minacce e percosse, costringendo un dipendente a consegnargli le chiavi di un'ambulanza.

 L'uomo si è messo alla guida e si è allontanato. Seguito dal complice in scooter. Quando però sono arrivati in via Marina dei Gigli, dove avevano lasciato il congiunto che si era sentito male, questi era stato già prelevato dal 118 e soccorso. A questo punto hanno pensato di abbandonare l'ambulanza e di fuggire. Entrambi sono stati poi rintracciati e bloccati 

GIAMPIERO BONIPERTI E' MORTO :UN ALTRO MITO DEL CALCIO E' SCOMPARSO

 



TORINO -E' morto nella notte a Torino per una insufficienza cardiaca Giampiero Boniperti, presidente onorario della Juventus, di cui è stato una bandiera prima come calciatore e poi come dirigente..
Boniperti, che negli ultimi anni si era ritirato a vita privata, avrebbe compiuto 93 anni il prossimo 4 luglio. 
Giampiero Boniperti la casacca della Juventus  l'ha portata per 444 partite. Eppure, quando era bambino si sarebbe accontentato - aveva raccontato qualche tempo fa - di portarla "una volta, per essere felice per sempre". Di vittorie e soddisfazioni alla Juventus ne ha avute tantissime, sul campo, ma soprattutto dietro la scrivania: cinque scudetti da giocatore, nel 'Trio magico' con Charles e Sivori, tutti i trofei possibili, in Italia e nel mondo, nel suo ventennio da presidente.

 Nel club bianconero era arrivato a 17 anni, pagato 60mila lire fifty fifty tra la squadra del suo paese, Barengo (Novara), e il Momo che l'aveva tesserato. Ne è uscito 48 anni dopo, quando ha lasciato la presidenza effettiva della Juventus. E' stato presidente dal '71 al '90 e poi, quando fu richiamato dalla famiglia Agnelli, amministratore delegato dal '91 al '94. Dal 2006 era presidente onorario.

UNA AL GIORNO- UNA CAROTA DEL SANTO AL GIORNO ....TOGLIE IL ...... DI TORNO !

 


POLIGNANO ( Bari ) -La carota di Polignano (detta anche "carota giallo-viola di Polignano" oppure "carota di San Vito") rappresenta un ecotipo della carota.

La sua coltivazione è effettuata in un'area piuttosto ristretta, compresa fra 10 e 20 ettari, in prossimità di Polignano a Mare (provincia di Bari), principalmente nella frazione di San Vito. Ha ottenuto il riconoscimento dei presidi Slow Food in quanto esempio di un nuovo modello di agricoltura, basata sulla qualità, sul recupero dei sapori e delle tecniche produttive tradizionali

QUINDI ?

LA CAROTA ROSA DI POLIGNANO è considerata un ELISIR DELLA LUNGA VITA anche grazie alle elevate quantità di polifenoli, flavonoidi e antocianine dal potere antiossidante


giovedì 17 giugno 2021

TASSO DI POSITIVITA' ALLO 0,7 % CON 200.000 TAMPONI

 

ù


ITALIA                    Contagi 1325 ( ieri 1400 )
                                 Morti         37 ( ieri     52 )

LOMBARDIA         Contagi    232 ( ieri   258 )
                                 Morti            4 ( ieri       5 )

VARESE                  Contagi       15 ( ieri     27 )

FEMMINICIDIO SCOPERTO DUE ANNI DOPO .

 



PALERMO - l'AUTOPSIA  del maggio di due anni fa aveva evidenziato che Anna Alexandra Hrynkiewicz era  morta per un infarto pochi minuti dopo essere uscita di casa al termine di una violenta lite con il compagno. 

Rimanevano comunque poco chiari alcuni aspetti della morte della donna, a cominciare dalla profonda ferita alla testa che secondo il medico legale non erano conseguenza della caduta sul marciapiede di via Luigi Settembrini nel quartiere Noce, ma di un colpo ricevuto con un oggetto non ancora identificato. 

Ora è stato accertato che Anna Alexandra Hrynkiewicz , 45 anni,è stata uccisa dal compagno Carlo Di Liberto che l'ha colpita alla testa con un oggetto. Questo secondo l'ordinanza di custodia cautelare in carcere firmata dal gip del tribunale di Palermo che oggi è stata eseguita nei confronti dell'uomo con l'accusa di omicidio volontario aggravato.

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti la donna al culmine dell'ennesimo violento litigio con il compagno sarebbe scappata da casa. L'uomo l'avrebbe inseguita e colpita alla testa con un corpo contundente, lasciandola a terra priva di vita.

COCA COLA INDIGESTA ...... E LOCATELLI SEGUE RONALDO !

 



Comunque la si veda ,la coca cola , bevanda gasata ....non fa bene ai giocatori ....ed ai comuni mortali .
La pensa così Ronaldo , che spostando le bottigliette aveva sentenziato: " Bisogna bere acqua".

Lo ha fatto anche Locatelli , l'uomo dei due gol e del premio Uefa della serata .

Qualcuno dice che le motivazioni non siano salutistiche come per Ronaldo, ma di opportunità visiva .
Il risultato è identico !



DIETA DI COPPIA E' IL SEGRETO ( DI PULCINELLA ) PER LA RIUSCITA

 


Degli scienziati hanno   perfino fatto degli studi su di una cosa che , nella mia ignoranza , ritengo ovvia .


La rinuncia all’alcol durante la gravidanza va fatta in due. Perché anche se a nuocere direttamente il feto è indubbiamente solo l’alcol consumato dalla donna, le probabilità che la futura mamma smetta di bere aumentano notevolmente se il partner condivide la scelta e se dimostra di essere interessato alla salute di mamma e bambino.  

Succede, né più né meno, di quel che accade con la dieta: se la coppia cambia abitudini all’unisono sostenendosi a vicenda le possibilità di successo aumentano. 

RONALDO VALE MOLTO MOLTO, MOLTO DI PIU' DI UNA COCA COLA !





Seduto in conferenza stampa in vista del debutto della sua Nazionale agli Europei, Cristiano Ronaldo si è trovato davanti due bottigliette di Coca-Cola.

 Ma invece di aprirne una per bere, le ha spostate e ha alzato al cielo una bottiglietta d'acqua con un gesto che a molti è sembrato un invito "salutista" a non consumare bevande zuccherate. Un gesto che, racconta il Guardian, è costato 4 miliardi alla multinazionale Usa.

Già, perché subito dopo la conferenza stampa del capitano del Portogallo, le azioni della Coca-Cola sono scese da 56,10 a 55,22 dollari, un calo dell'1,6%. Che tradotto in valore di mercato significa un calo da 242 a 238 miliardi di dollari. 

UNA ESCLUSIVA DI CUI AVREMMO FATTO A MENO !

 



14 persone stanno morendo e loro trasmettono " l'esclusiva " della morte come se fosse un grande colpo giornalistico !

SENZA PUDORE !

Alcuni giornali hanno ritrasmesso il video per intero ....Non bastava una semplice foto ?

"Ancor più del dato normativo, mi preme sottolineare la assoluta inopportunità della pubblicazione" delle immagini "che ritraggono gli ultimi drammatici istanti di vita dei passeggeri della funivia precipitata il 23 maggio scorso sul Mottarone, per il doveroso rispetto che tutti siamo tenuti a portare alle vittime, al dolore delle loro famiglie, al cordoglio di una intera comunità".

 Così, in una nota, il procuratore di Verbania, Olimpia Bossi, commenta la diffusione delle immagini dell'incidente in cui sono morte 14 persone, tra cui due bambini.


UNA AL GIORNO - UNA PUNTURA FA BENE ALLA ZANZARA !

 



Col caldo anche le zanzare si attivano nell'infastidire gli umani prelevando loro del sangue - In questi giorni le lamentele circa le punture di zanzare si sprecano ....come il sangue di alcuni - Non di tutti . Infatti le zanzare preferiscono alcuni tipi di sangue e di palle - Meglio il sangue di donna- Per le zanzare il sangue umano è vitale . 

Infatti  hanno bisogno del nostro sangue per nutrire le loro larve e farle crescere, per permettere loro di svilupparsi e diventare adulte. Le uniche a pungere sono le femmine, che sono le sole responsabili della deposizione delle uova e della loro cura

mercoledì 16 giugno 2021

il 5X1000 AD EMERGENCY

 



Con il tuo 5x1000 offriamo cure gratuite e di qualità in Italia e nel mondo a chi ne ha bisogno, senza discriminazioni.

Andrea, agisci anche tu con noi, firma il 5x1000 della tua dichiarazione dei redditi per EMERGENCY: basta indicare il codice fiscale 97147110155.

È un gesto semplice e molto concreto: grazie a un numero e a una firma sulla tua dichiarazione dei redditi, potremo continuare a garantire il diritto alla cura a chi ne ha bisogno, ogni giorno.

Trovi tutte le informazioni su come farlo sul nostro sito.

A te non costa niente, ma significa tanto per migliaia di persone.

Grazie, Andrea!

IL TRIBUNALE DI ANCONA ACCOGLIE LA RICHIESTA DI UN PAZIENTE CHE CHIEDE IL SUICIDIO ASSISTITO -

 



ANCONA -Per la prima volta in Italia un tribunale ha imposto a una Asl di verificare le condizioni di un paziente per stabilire se possa accedere al suicidio assistito. A riferirlo è l'associazione Luca Coscioni che si è battuta al fianco di Mario (nome di fantasia) perché gli venisse riconosciuto questo diritto in base a quanto stabilito dalla Corte Costituzionale nella 'sentenza Cappato-Dj Fabo'. 

Mario ha 43 anni, abita in un paesino delle Marche e - riferisce l'associazione Coscioni - a causa di un grave incidente stradale che gli ha provocato la frattura della colonna vertebrale con la conseguente lesione del midollo spinale, è tetraplegico con altre gravi patologie da 10 anni. Le sue condizioni sono irreversibili. Il 28 agosto 2020 ha chiesto alla sua Asl di verificare la sussistenza delle condizioni enucleate dalla Corte Costituzionale per poter accedere al suicidio assistito.

A ottobre - spiega l'Associazione Coscioni - gli viene comunicato un diniego senza però che venissero attivate le procedure indicate dalla sentenza della Corte costituzionale. La 'sentenza Cappato-Dj Fabo' stabiliva infatti che per dar corso alle richiesta della persona interessata, in virtù di norme già in vigore nel nostro ordinamento, occorresse verificare da parte di una struttura pubblica del Ssn, previo parere del comitato etico territorialmente competente, il sussistere di 4 condizioni: che la persona fosse tenuta in vita da trattamenti di sostegno vitale; che fosse affetta da una patologia irreversibile; che la patologia fosse fonte di intollerabili sofferenze; che il paziente fosse pienamente capace di prendere decisioni libere e consapevoli. 


Ma la Asl ha negato persino l'attivazione delle procedure di verifica. Così, con i legali dell'Associazione Coscioni, Mario ha presentato ricorso di urgenza al Tribunale di Ancona, affinché venisse ordinato all'Asl la verifica delle sue condizioni. Ma il 26 marzo, il giudice del Tribunale ha confermato il diniego della struttura pubblica motivando che 'il Tribunale, pur riconoscendo che il paziente ha i requisiti che sono stati previsti dalla Corte Costituzionale nella sentenza 242/19 sul cosiddetto caso Cappato-Dj Fabo, afferma che 'non sussistono […] motivi per ritenere che, individuando le ipotesi in cui l'aiuto al suicidio può oggi ritenersi lecito, la Corte abbia fondato anche il diritto del paziente, ove ricorrano tali ipotesi, ad ottenere la collaborazione dei sanitari nell'attuare la sua decisione di porre fine alla propria esistenza; né può - proseguiva la sentenza - ritenersi che il riconoscimento dell'invocato diritto sia diretta conseguenza dell'individuazione della nuova ipotesi di non punibilità, tenuto conto della natura polifunzionale delle scriminanti non sempre strumentali all'esercizio di un diritto" .( Ancona today )


GIORNATA mondiale delle TARTARUGHE MARINE .

 



Il 16 giugno è la Giornata Mondiale delle tartarughe marine, animali che abitano i nostri mari, nidificano sulle nostre coste.

 l’Enpa, proprio in queste ore  è impegnata in monitoraggi sulle spiagge del Cilento sulle tracce delle tartarughe Caretta caretta.

 l’Enpa ha lanciato un vademecum. Se vedete una tartaruga che risale la spiaggia o che torna verso il mare potrebbe essere una femmina adulta che sta cercando un luogo adatto per depositare le sue uova – si legge – È importante non disturbare l’animale per evitare di stressarlo in un momento così delicato, infatti la risalita e la deposizione richiedono un grande dispendio energetico, e se infastidita potrebbe tornare in mare per cercare un’altra spiaggia.

Se doveste incontrare l’animale in queste fasi, o le tracce sulla sabbia lasciate dal suo passaggio, contattate la capitaneria di porto al 1530. Evitate di cancellare le tracce fino all’arrivo dei biologi. Non sostate davanti o ai lati dell’animale. Non illuminatelo, neanche per fare delle foto.

Il portale ARIA della regione Lombardia ( Fontana ....Lega ) fa ACQUA ancora e BEFFA l'attento comune di VARESE

 



VARESE -C’è anche il Comune di Varese tra i 600 “beffati” dalla piattaforma di Aria della Regione  e dai malfunzionamenti tecnici a causa dei quali la giunta regionale ha invalidato il bando di sostegno alle attività estive .

«La delibera lombarda indicava dei finanziamenti per le “attività collaterali” da effettuare nei diversi campi estivi – spiega l’assessore ai Servizi Educativi di Palazzo estense Rossella Dimaggio – Io avevo convocato subito il tavolo sulle politiche educative per raccogliere idee e proposte così da partecipare all’offerta di Regione. La giunta aveva deliberato in una riunione straordinaria e il 3 giugno abbiamo caricato la pratica sul portale di Aria.

 Dopo una decina di giorni abbiamo saputo i risultati ma, a causa di alcuni intoppi che avrebbero escluso altri richiedenti, l’altro giorno la giunta ha deciso di annullare il bando e riproporlo con nuove scadenze. Noi ci saremo sicuramente, siamo pronti a caricare nuovamente la proposta, ma la situazione lascia perplessi dato che la certezza dei fondi andrebbe data ora, perchè è adesso che stanno partendo i centri estivi e occorre chiarezza suoi fondi. Il periodo che abbiamo vissuto pone tutti gli enti locali in grande difficoltà: è chiaro che ci aggrappiamo a ogni possibilità pur di offrire i servizi ai cittadini, in questo caso i bambini, cercando di contenere spese che sono già pesanti».( Da Varesenews )