martedì 28 marzo 2017

LA MADDALENA -ANCHE VALERIO SCANU PER LA RIAPERTURA DEL PUNTO NASCITE !



LA MADDALENA. Un appello per il Punto nascita dal pomeriggio televisivo di Rai uno. L’artista maddalenino Valerio Scanu, stella della musica nazionale e della Tv, lancia l’appello dagli studi di “Domenica In”, ospite di Pippo Baudo. Il cantante racconta di essere nato alla Maddalena e spiega la situazione dell’isola. «È stato già chiuso il Punto nascita – spiega Scanu –. Per restare aperto deve raggiungere i 500 parti. Purtroppo non è stata concessa una deroga ed è per questo che ci sono manifestazioni n corso. Speriamo che il problema venga risolto». Intanto ieri sera un esempio pratico delle difficoltà. Una donna in travaglio è riuscita a prendere il traghetto delle 19,30 per pura fortuna. Alle 20,30 è arrivata in ambulanza a Olbia, venti minuti dopo è entrata in sala parto

HO SOTTOSCRITTO LA CARTA DI MEDICI PER IL TESTA,MENTO BIOLOGICO



CARTA DI MEDICI PER IL TESTAMENTO BIOLOGICO

Il medico è da sempre una delle figure verso le quali le persone nutrono maggiore fiducia. Per garantire il rispetto delle volontà del paziente e assicurare che la fiducia nel medico non venga meno proprio nel momento delle scelte di fine vita, la quasi totalità delle democrazie liberali ha introdotto regole che garantiscono la possibilità per il paziente di effettuare Disposizioni Anticipate di Trattamento vincolanti (cosiddetto “testamento biologico”).
In tali Paesi, i medici hanno attivamente concorso ad adeguare la deontologia alle nuove condizioni che, con aumentata frequenza, caratterizzano la fine della vita, cioè l’incremento delle morti per malattie degenerative dove le persone attraversano una lunga fase di sofferenze fisiche e psicologiche alle quali il medico non può più porre rimedio.
È in questo contesto che valutiamo positivamente il testo base sulle Disposizioni Anticipate di Trattamento in esame della XII Commissione, così come emendato fino a oggi. Riteniamo comunque necessario che siano respinte modifiche peggiorative relativamente al rispetto della libertà individuale, e che siano anzi effettuati alcuni miglioramenti proprio su questo aspetto.
In particolare ribadiamo la necessità di:
  • Mantenere la parte in cui il testo base prevede che – in linea con quanto affermato da tutti i rappresentati delle società scientifiche auditi in Commissione, nonché con l’Organizzazione Mondiale della Sanità e la letteratura scientifica sul tema – idratazione e nutrizione artificiale siano considerati trattamenti sanitari rifiutabili dal paziente;

VARESE:6 ANNI AL PIRATA CHE HA UCCISO GIADA

Sei anni al pirata di Biumo

VARESE-. La tragedia in viale dei Mille, a Biumo Inferiore: Jeanne, dopo l’impatto, non si fermò a soccorrere la ragazza.
Il cuoco di 24 anni che nel settembre scorso travolse e uccise con l’auto la giovane Giada Molinaro, di 17 anni, è stato condannato oggi, 28 marzo, a sei anni di carcere. La sentenza, con rito abbreviato, è stata pronunciata dal Gup del Tribunale di Varese, Alessandro Chionna. La pubblica accusa, rappresentata dal pm Massimo Politi, aveva chiesto sei anni e otto mesi. L’imputato, difeso dagli avvocati Cinzia Martinoni e Alberto Talamone, doveva rispondere del reato di omicidio stradale.

FEMMINICIDIO A VERCELLI -SPERONA L'AUTO DELL'EX MOGLIE, LA INSEGUE, LA ACCOLTELLA -IN FIN DI VITA

Accoltellata dall’ex marito per strada a Borgo Vercelli, è grave. Lui è stato arrestato  (FOTO)Scriveva su Facebook: “Toglimi il figlio e ti sfracello”

BORGO VERCELLI (VC)-Ha atteso la ex moglie all’uscita del lavoro, l’ha inseguita in auto e quando lei ha cercato di fuggire a piedi le è corso dietro e l’ha pugnalata senza pietà. Lei,  41 anni, è ricoverata in gravi condizioni nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Sant’Andrea di Vercelli. Ha cercato di difendersi, ma è stata colpita più volte: ha ferite al collo e all’addome e molto probabilmente dovrà essere operata. I medici hanno riservato la prognosi. Lui, 49 anni, è stato arrestato dai carabinieri. C’è un amore finito dietro l’aggressione avvenuta intorno alle 13 di oggi - martedì 28 marzo - a Borgo Vercelli. La coppia, che ha due figli, si era separata poco tempo fa, ma lui non l’aveva accettato.  

IL GOVERNO FA CARICARE SINDACI E POPOLAZIONE CHE MANIFESTANO CONTRO IL GASDOTTO !



Due cariche della polizia hanno sgomberato il blocco di manifestanti davanti al cantiere Tap a Melendugno, in Salento. La cariche hanno provocato contusi.
Momenti di tensione questa mattina tra le forze dell'ordine e i manifestanti che presidiano il cantiere della Tap in località San Basilio, a San Foca, per protestare contro l'espianto degli ulivi sul tracciato dove dovrebbe sorgere il micro-tunnel del gasdotto. I mezzi della polizia, per accedere all'area, sono stati costretti a forzare il blocco messo in atto dai manifestanti. Il tutto è durato pochi minuti e non ha avuto conseguenze. L'attività di espianto degli ulivi è stata intanto sospesa.

CICLOPEDONALE SESTO CALENDE -CASTELLETTO TICINO - IL SINDACO DI CASTELLETTO CONCORDA !


VARESE - CAMPIONATO ITALIANO BASKET FSSI ( Sordi )

L'immagine può contenere: 3 persone, persone che ballano, persone che praticano sport, scarpe e campo da basket

E' TORNATO GEPPETTO ? NO, GIPETO, GIPETO !

 E' tornato il gipeto!

Sembrava un poco strano che Geppetto fosse un volatile, ma poi abbiamo avuto ragione :si tratta del Gipeto.
A 100 anni dalla sua estinzione nelle Alpi, il gipeto, uno dei rarissimi avvoltoi europei, ha ripreso a volare nel Parco nazionale dello Stelvio.
Grazie a una campagna di ripopolamento attuata in Trentino dal 2000 al 2008, che ha portato alla nascita di un esemplare nel luglio scorso, ora una coppia di volatili si è insediata anche nel Parco dello Stelvio.
Attenzione ai denigratori di favole nelle vesti di bracconieri 

POLETTI IN LINEA CON LA DISOCCUPAZIONE GIOVANILE AUMENTATA CON LUI MINISTRO !


Poletti: 'Nel lavoro si creano più opportunità giocando a calcetto che a spedire curricula'-( ANSA ) Detto da un ministro è da incosciente  !

E' quello che ha detto che i 107 mila giovani italiani  che ogni anno sono costretti ad andare all'estero a cercare lavoro è un bene : se li toglie dai piedi !

"Il rapporto di lavoro è prima di tutto un rapporto di fiducia. È per questo che lo si trova di più giocando a calcetto che mandando in giro dei curriculum".

Questo lo dice, durante un incontro con degli studenti (!!!), il Ministro del Lavoro esponente del Pd e scelto personalmente da Matteo Renzi.
Che dopo aver generato la più alta disoccupazione giovanile della storia d'Italia e aver offeso gli italiani che emigrano all'estero, oggi se ne esce fuori con quest'altra perla.
In Europa che funziona il lavoro si trova non inviando curricula , ma  iscrivendosi agli Uffici del lavoro, che nei Paesi seri funzionano, e svolgono veramente il servizio, utile ai lavoratori ma anche alle imprese, soprattutto quelle piccole, di far incontrare domanda e offerta di impiego.
Magari il tuo compito, caro buffone, doveva essere di farli funzionare anche in italia, gli uffici del lavoro, non credi?
Vergogna.
A voi e a chi vi vota.

( Concordo, indignato , con Mauro Romanelli )


lunedì 27 marzo 2017

LA CULTURA MANIFESTA CONTRO IL GOVERNO GENTILENZI

 © ANSA

FIRENZE, 27 MAR - Il 'Va pensiero' e 'Nessun dorma' per difendere il futuro dei teatri. Dall'Opera di Roma al Teatro alla Scala i lavoratori della lirica sono scesi in piazza a Firenze contro il riordino del settore previsto dall'articolo 24 della legge 160 e il disegno di legge sullo spettacolo dal vivo.
    Promossa da Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil, Fials Cisal, la protesta ha animato un folto corteo che è sfilato per le vie del centro storico per concludersi vicino alla Prefettura dove una delegazione è stata ricevuta dal Prefetto. Molti i cartelli, gli slogan e le arie d'opera 'rivisitate' contro il ministro dei beni culturali Dario Franceschini. "I lavoratori delle 14 fondazioni lirico sinfoniche italiane - denunciano i sindacati- manifestano per evitare che, a breve, la grande tradizione lirica italiana muoia". Il timore, in particolare è che "molte fondazioni siano declassare" e che sia ridotta, "drasticamente, l'offerta culturale sul territorio"

NOI MANGIAMO RISO E CURCUMA ...ALTRI MANGIANO PANE E RABBIA

riso

Riceviamo e pubblichiamo l’intervento de “Laboratorio Varese Città Aperta” in seguito alle proteste sorte ad Azzate, in seguito alla scelta dell’amministrazione comunale di servire piatti nigeriani a scuola. ( varesenews )
La curcuma non è polvere da sparo. La curcuma è una spezia prodigiosa che ha il colore del sole.
I bambini della scuola di Azzate avranno la possibilità di assaggiarla martedì prossimo grazie alla bellissima iniziativa dal titolo “Sapori del Mondo”. A mangiare in mensa con i giovani scolari ci saranno quattro ragazzi nigeriani richiedenti asilo che da circa un anno risiedono nel piccolo comune.
Tanto è bastato per scatenare le reazioni sdegnate non solo di alcuni rappresentanti della Lega, ma anche di molti commentatori sui social. La curcuma sembrava diventata, all’improvviso, la minacciosa polvere con cui lo Straniero s’insinua a guastare la pura identità lombarda.
Ma non lo sentite che sono storie vecchie? Perché, Signori, il rimescolamento delle genti inizia con il mondo e già ci siete dentro infinite volte. Non c’è stato mai muro tanto grande e alto e forte da potercisi chiudere dentro, incontaminati. Quindi, mentre voi alimentate la paura e la diffidenza per costruire muri che certamente verranno giù, noi ci mangiamo un po’ di riso e curcuma – e ci facciamo raccontare la vita da queste genti diverse, che domani saranno nostre. Quanto ogni altra sia transitata di qui e abbia scelto di rimanervi. Come molti di noi.
Laboratorio Varese Città Aperta

PARADOSSO ITALIANO !

L'immagine può contenere: sMS

ACCADE IN BIBLIOTECA A SESTO CALENDE ( VA )

"AVEVO FAME E MI AVETE DATO DA MANGIARE " Matteo 25 / 31-46

Immagine Articolo

Mentre il sindaco di Ventimiglia multa coloro che sfamano i derelitti della terra , esiste un ristoratore che fa il contrario :sfama chi ha bisogno !

Emanuele Innocenti è il titolare del ristorante Il Ghiottone a Quarrata, Pistoia. Ed è una brava persona.
Qualche settimana fa, andando al suo ristorante, ha visto per l'ennesima volta alcuni anziani rovistare nei cassonetti della spazzatura alla ricerca di qualcosa di commestibile e quel giorno lì gli è presa male.
"Non voglio più vedere immagini simili" ha pensato e così ha deciso di aprire il suo ristorante tutti i giorni dalle 8 alle 9 del mattino per servire pasti caldi alle persone in difficoltà.
"Non c'è vergogna, non c'è orgoglio" ha precisato Innocenti "Io lo capisco, perché questa è una situazione che potrebbero vivere un domani anche i miei genitori, gente che ha lavorato una vita con sacrificio. È qualcosa che mi viene da dentro e che voglio fare, riservandomi la semplice facoltà del dono. E se non mi trovate chiamatemi, oppure se la porta è chiusa bussate".
E in questo caso, se bussate vi sarà aperto.
(Fonte: Sostenitori.info)

la terra trema ancora

FOTO DI ARCHIVIO © ANSA

ROMA, 27 MAR - Una scossa di magnitudo 3.2 è stata registrata alle 4:08 dall'Ingv nella provincia di Rieti ad una profondità di 9 km. I comuni più vicini all'epicentro sono Amatrice, Campotosto, Accumoli e Capitignano.

INCONTRI AL C.U.A.C DI GALLARATE -VIA TORINO 64



30 Marzo Una storia di tutti. Da piazza Fontana all'assassinio di Pinelli

UNA AL GIORNO -CHI RIESCE A SCAPPARE PRIMA ?

Immagine Articolo

Negli Usa c'è un nuovo passatempo: chiudersi in una stanza e risolvere misteri come un detective. Non si tratta di un videogioco, la stanza è reale e anche la libreria e tutti gli altri oggetti che serviranno ai giocatori per trovare in un'ora il modo di uscire.
L'Escape Room di Los Angeles ha un'ambientazione anni '40 e la trama, comunicata ai partecipanti prima di entrare, è tipica di ogni film noir. Il gruppo di persone, minimo due e massimo dieci, sta per entrare nell'ufficio di un detective che ha ricevuto dalla sua amante dei gioielli. .........

BASSANI TICINO Interruttori - di Giuseppe Terziroli

Nessun testo alternativo automatico disponibile.


NEL 1936 NASCE LA BASSANI TICINO

I fratelli Bassani in un seminterrato di Melzo producono minuterie metalliche.
Luigi ha la volontà di produrre impianti elettrici e la denominazione cambia così in "Ticino interruttori elettrici".
Durante la guerra le attrezzature arrivano a
Besnate.
Nel 1946 Bizzozero ( quartiere di Varese )viene scelta come sede, dove 35 operai con 6 impiegati iniziano a produrre commutatori per cucine e stufe. Con la ricostruzione l'azienda cambia nome in Bassani Spa ed inizia a produrre interruttori per l'istallazione civile a marchio Ticino ed interruttori industriali con fusibili di propria invenzione.
Viene inaugurato un Centro Studi. Gli anni 60 vedono un periodo di grande espansione all'estero ed innovazione con
"Magic", la prima serie modulare e il "Salvavita", soluzione elettronica per proteggere le persone.
Negli anni 70 nasce lo stabilimento di T
orre del Greco e si acquisisce a Bodio Lomnago ( VA ) un complesso industriale dove viene trasferita la produzione di scatolati e di tavolette.
Sempre a metà degli anni 70, in anticipo sulla legge Merli, vengono installati
gli impianti per la depurazione delle acque.
Si inaugura il sito di Azzano San Paolo (Bergamo).
Il resto è storia recente con l'ampliamento di Bodio, l'acquisizione della Terraneo di Erba per la citofonia e 3L di Tradate ( VA ) (lavorazione della lamiera) , la nascita della linea Living.
Quest'ultima per i suoi contenuti di design rivoluziona il concetto stesso di interruttore .
La entrata nel gruppo Legrand avviene nel 1989.
Viene il momento del lancio del sistema di automazione domestico "My Home"
La sede si è nel frattempo trasferita a Milano ma l'area di Varese è rimasta il cuore strategico della BTicino, dove hanno sede molte delle direzioni.
Il gruppo intanto arriva a toccare i 5000 dipendenti con la presenza in 60 paesi di tutti i continenti.!

Sono riconoscente a Bianca Maria Gaggini memoria storica di Sant'Ambrogio Olona e animatrice della rivista "Gli Amici del Sacro Monte", Direttrice didattica e collega nel consiglio comunale di Varese.
In un bellissimo volume edito nel 2006 dedicò un capitolo all'azienda di Bizzozero.
Rileggendolo ho assunto le basi per la redazione di questo post

RATIONAL di MASSA CARRARA in LOTTA per il posto di lavoro !

Immagine incorporata 1

Vincere alla Rational per aprire una strada!
Sabato 01 Aprile PRESIDIO-ASSEMBLEA nel piazzale della fabbrica: presidiare la Rational per presidiare l’attività produttiva!


La mobilitazione che si sta sviluppando attorno alla vicenda Rational sta dimostrando a chiare lettere che è NECESSARIO e POSSIBILE cambiare rotta.
NECESSARIO perché la bomba esplosa venerdì 10 marzo conferma che se il territorio non viene difeso è alla mercé di avvoltoi e speculatori di ogni sorta (a Massa come in tutti gli altri territori), e la città tutta non può cedere un millimetro a operazioni e ricolonizzazioni della zona che possono far perdere anche un solo posto di lavoro.
POSSIBILE perché la mobilitazione partita dal piazzale della Rational dimostra che è possibile fermarli e aprire una strada nuova. In queste due settimane i lavoratori in testa, la FIOM, la CGIL hanno avviato dal primo minuto una lotta (alla quale si sono uniti poi anche altri sindacati) con una parola chiara: QUESTA VOLTA SI LOTTA PER VINCERE! Questa determinazione che si è articolata nei vari appuntamenti di lotta (Assemblea Permanente, presidi, intervento al Consiglio Comunale, assemblea cittadina, sciopero e manifestazione, iniziative aggregative, riaperture della fabbrica con attivazione della produzione, risonanza su quotidiani nazionali come il Fatto Quotidiano ecc) ha fatto si che in queste due settimane il piazzale della fabbrica diventasse la “piazza della città”, creando una rapida e crescente unità di indirizzo che ha compattato in un solo fronte lavoratori metalmeccanici e di altri settori, altre sigle sindacali (DIRIGENZA Cisl non pervenuta), molte forze politiche e istituzionali. Questo fronte comune ha fatto breccia in una situazione che in partenza sembrava disperata. Al punto che oggi i primi tavoli istituzionali stanno aprendo un varco importante per concludere positivamente questa vicenda.
Si tratta adesso di assumersi la responsabilità fino in fondo, continuando a LOTTARE nei prossimi giorni, ma mettendo anche sul banco della discussione il fatto di costruire una vittoria per imparare collettivamente a difendere e riaffermare il lavoro.
Per questo lanciamo per sabato 01 Aprile, i vista dei tavoli che ci saranno la settimana successiva un PRESIDIO-ASSEMBLEA aperto a tutti i lavoratori, le RSU metalmeccaniche e non solo (territoriali ed extraterritoriali), le sigle sindacali, le forze politiche, le Istituzioni.
L’APPUNTAMENTO è alle ore 15,00 (nel piazzale della fabbrica Via Catagnina 10) per l’inizio del presidio dove alle ore 17,00 inizierà l’assemblea.
Chiediamo a chi ha agibilità di diffondere in bacheca e tramite i vari canali.
Per info, adesioni ecc: lavoratorirational@gmail.com; FB Lavoratori Rational; 3202977465
CONSIGLIO di FABBRICA LAVORATORI RATIONAL


per chi non fosse informato sulla vicenda riportiamo di seguito una nota informativa:
La Rational srl è un azienda che produce lavatrici industriali (marchio AGA). E’ attiva sul territorio massese dal 1956. Dal 2013 si è aperta una fase di concordato in continuità della durata di nove anni (quindi estendibile fino al 2022!) e parallelamente si è aperto il contratto di solidarietà al 50 per cento. Nonostante il pareggio di bilancio del 2016, nonostante le commesse in opera, nonostante in questi quattro anni l’azienda abbia lavorato, nonostante il primo biennio 2017 segni un +40 per cento rispetto al biennio 2016 Banca Intesa ha pensato bene di avviare un ingiunzione di fallimento per un insoluto di 338 mila euro (il valore del capannone è di 2,5 milioni di euro!). Non siamo stupidi. La ridicola operazione bancaria non è altro che la copertura del solito sporco affare che vede protagonisti avvoltoi e speculatori. Attualmente l’istanza non è ancora stata deposita e i varchi per vincere ci sono tutti. Quindi diamoci dentro!


domenica 26 marzo 2017

DEDICATA AI VOLONTARI

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Quando ho letto il mio pensiero è andato ai volontari e volontarie di MERCALLO PER... che da 11 anni fanno cose inestimabili senza soluzione di continuità . Un bel gruppo .