sabato 20 settembre 2014

MONDO BAFFO

EMERGENZA PROFUGHI A MILANO -APPELLO DEL COMUNE

Milano, 20 settembre 2014 – “Facciamo un appello a tutti i pediatri e medici disponibili a darci volontariamente una mano, per intensificare la presenza in Stazione Centrale, specialmente a tutela dei bambini in arrivo. Lo facciamo consapevoli del carico di lavoro straordinario che spessissimo sta già sulle spalle dei medici. È, dunque, un appello, il nostro, rivolto nel nome del senso civico, della generosità. I flussi migratori, infatti, continueranno ed oggi, per responsabilità della linea poco chiara del Governo, non è affatto prevedibile il sistema nazionale nel quale saranno inseriti (o come ora, non inseriti) i migranti che arrivano dalla Siria o dall'Eritrea, per andare verso altre città d'Europa. Inoltre, la Regione, sul tema del presidio sanitario permanente,  continua a non scegliere. Quindi, siamo costretti a chiedere una mano ai volontari e all'associazionismo che opera in campo medico un ennesimo sforzo per rendere più efficace l'azione di assistenza a chi arriva, anche a tutela dei cittadini milanesi e di chi si trova in stazione”. 


L’appello arriva dagli assessori alle Politiche sociali Piefrancesco Majorino e alla Sicurezza e Coesione sociale Marco Granelli. 

Per offrire la propria disponibilità scrivere all’indirizzo email emergenzaprofughi@comune.milano.it. 


VARESE-"LA TERRA DESOLATA "

LA TERRA DESOLATA
 
    Convegno di riflessione sul degrado di Varese e del suo hinterland
 
          GIOVEDI 25 SETTEMBRE, ORE 20,45      
TEATRO SANTUCCIO  
( VIA SACCO 10, VARESE )
 
Varese ed il suo territorio, oramai  "Terra Desolata"(dal romanzo di T.S.Eliot) : sterile, infelice, martoriata, inospitale e poco vivibile, eppure sia che la viviamo, sia che ce ne siamo allontanati, continuiamo ad averla nel cuore, perchè qui abbiamo le nostre radici, e come ci insegna la scritta appesa in questi giorni come monito di fronte al Palazzo, sul cipresso 9,
"Non c'è futuro senza radici "
sacro monte 
 
Varese in declino, Varese impoverita sotto ogni aspetto, arte, urbanistica, ambiente, cultura, servizi, qualità della vita, Varese ex città Giardino, ex Città industriale. Dobbiamo prenderne atto, e poi pensare, lavorare, unirci e cambiarla.
 
Non esiste dialogo tra chi amministra ed i cittadini, i fermenti che stanno sorgendo nella città tra chi ama e vuole difendere le radici locali ribellandosi alla devastazione, al declino, vengono ignorati e accusati di essere manovrati da qualcuno per mire elettorali; ma il risveglio oramai è in atto, tanti rivoli che possono confluire, cittadini comuni, professionisti, manager, impiegati, operai, disoccupati, studenti dai 20 agli 80 anni, ricchi di differenti esperienze, della diversità culturale per storia personale ed opinione politica possono finalmente convergere, creare un torrente, un fiume, capendosi ed unendo gli sforzi.
 
E cosí oggi Aggiungi un appuntamento per oggisiamo tutti i cipressi per cui lotta Michele,  domani Aggiungi un nuovo appuntamento per domani il Sito Unesco che difende la sua Sacralità, e poi l'Acqua Pubblica minacciata da una cava, e poi ancora una Caserma storica che vuol continuare ad essere al servizio della città, o Villa Mylius, o il Lago, o l'Ippodromo, non ci fermeremo, noi saremo ovunque la mancanza di progettualità e di manutenzione abbia portato al degrado che viviamo quotidianamente. 
                                     
        BASTA CEMENTO, PIÙ VERDE, PIÙ VITA COLLETTIVA! 
 
vogliamo una Città viva e da vivere, orizzontale e dal basso, tra spiriti liberi, e che rigeneri il ruolo insostituibile dei Partiti,
per queste ragioni è stato promosso il convegno "La Terra Desolata
 
        Un segno di vita, di speranza, di riflessione comune, I Varesini tornino a pensare, agire e sperare.
 
Il Convegno è promosso dalle Piccole Vedette Lombarde, nato per salvare i cipressi, non un'associazione ma cittadini attivi a titolo individuale, senza fini politici privati o indiretti, trasversali e impolitici, se pur non apolitici.

 

LIBERTA' E GIUSTIZIA -Informazione

A scuola di laicità: al via la scuola di Ravenna
Il settimanale Left, che dedica il suo numero in uscita sabato alla "Laicità" intervista Sandra Bonsanti sulla scuola di formazione politica di Ravenna che ha per tema proprio la laicità e che terrà i suoi corsi il 20 e 21 settembre. Tra i temi che saranno affrontati: bioetica, diritto di famiglia, scuola, informazione. Oltre a Sandra Bonsanti, partecipano, tra gli altri, ChiaraSaraceno, Roberta De Monticelli, Carlo Flamigni, Maurizio Viroli, Luca Bottura e quel RobertoBalzani, storico, che sta correndo per le primarie del Pd alla presidenza della regione Emilia Romagna.
Dallo scandalo P2 a Renzi: la lunga marcia anti magistrati
di Sandra Bonsanti
Corsi e ricorsi storici.  A rivederla oggi, quella pagina di storia politica, dopo le dichiarazioni sprezzanti contro la magistratura pronunciate non da un segretario di partito e basta (come erano Craxi, Piccoli e Longo) ma da uno che è anche presidente del Consiglio si direbbe che niente è cambiato, se non peggiorato. Allora almeno ci fu chi dal Pci protestò e chiese conto di quei presunti accordi segreti. Si alzò Ingrao e disse: “Vogliamo veramente sapere come stanno le cose sulla giustizia perché quelle proposte di Longo non ci piacciono affatto”.
Le iniziative
Sempre a proposito di laicità, il circolo di Torino sarà presente domenica 21 settembre con un proprio gazebo (via Cesare Battisti, tra piazza Carignano e via Roma, dalle ore 15), alla festa della Laicità promossa da varie associazioni.
Il circolo di Bari, in collaborazione con l'Università degli Studi di Bari Aldo Moro – Dipartimento di Filosofia, Letteratura, Storia e Scienze Sociali e RESS – Ricerche Educative e Studi Sociali, organizza giovedì 25 settembre un seminario di studi su “Corruzione e potere - Una devastante contaminazione”. Sarà presente, tra gli altri, la presidente di LeG Sandra Bonsanti.
A Trani, in provincia di Bari, nell'ambito della manifestazione culturale “I dialoghi di Trani”, venerdì 26 settembre, segnaliamo il dibattito “Il punto sull’antimafia” in cui Sandra Bonsantidialogherà con Gian Carlo Caselli e Nando dalla Chiesa.
 
Associazione Libertà e Giustizia
viale Col di Lana 12 - 20136 Milano MI
tel 0245491066 - fax 0245491067
info@libertaegiustizia.it - www.libertaegiustizia.it 

CORRUZIONE - 6 miliardi sottratti alla SALUTE !



Il governo Renzi pensa di tagliare altri 3 miliardi alla sanità col metodo spending review .
Perchè non si impegna nella lotta alla corruzione ? 
Nel campo sanitario ne recupererebbe almeno sei  vale a dire il 5% circa dell'intera spesa sanitaria pubblica. 
Queste sono  le stime del Libro bianco sulla corruzione in sanità presentato giovedì 18 settembre dall'Ispe, l'Istituto per la promozione dell'etica in sanità.

UNA AL GIORNO -LADRO CHIAMA ...I CARABINIERI



PERUGIA -Due ladri rubano in una casa , ma le telecamere consentono la loro identificazione da parte del padrone . Costui ne rintraccia uno e lo minaccia di un sacco di botte se non restituisce la refurtiva . Lui restituisce la metà, ovvero la parte che ha tenuto . IL proprietario insiste minaccioso per l'intera restituzione . A questo punto il ladro chiama i carabinieri - Piena confessione .

PARROCO GAY RICATTATO SI TOGLIE LA VITA

Ricattato per storia di sesso, parroco si toglie la vita

PERUGIA -E' stato trovato senza vita il parroco (sui settanta anni) finito nei giorni scorsi nell'occhio del ciclone per la storia di sesso e ricatti che aveva portato al fermo di un giovane rumeno.

venerdì 19 settembre 2014

ASINI IN FESTA A FOSDINOVO ( MS )

AUTOVELOX-MULTE ANNULLATE PER VIZIO DI FORMA



MANTOVA. È stata esaminata ieri la prima tranche di ricorsi contro le sanzioni da autovelox a Viadana.
Il giudice di pace  li ha accolti tutti e ventuno, verificando la fondatezza di un’eccezione avanzata dai legali, ed annullando pertanto i verbali in questione.
Secondo il giudice, le notifiche delle contravvenzioni contenevano un vizio formale: un errore .
Nei tre verbali notificati all’automobilista era indicato un decreto prefettizio del 2003: un decreto che, come hanno fatto notare gli avvocati, non è più in vigore, essendo stato sostituito da uno più recente.

MATTEO RENZI " FREGATO " DAL PADRE



( da Il gazzettino )

BELLA , GIUSTA INIZIATIVA !

EMERGENCY PER I MALATI DI EBOLA

Il personale del Centro di EMERGENCY per la cura dei malati di Ebola a Lakka (Sierra Leone) al lavoro

n Sierra Leone l’epidemia di Ebola è fuori controllo.
Sono oltre 1.500 i casi positivi, 83 nella sola capitale Freetown. Ogni giorno si ammalano più di 20 persone. Per far fronte a questa emergenza, il 18 settembre abbiamo aperto un Centro per la cura dei malati di Ebola a Lakka, a pochi chilometri dalla capitale.

I nostri medici e infermieri si occuperanno dell’isolamento dei casi sospetti e dell’assistenza ai pazienti positivi al virus.
Il Centro, dotato di 22 posti letto, sarà gestito interamente dal nostro staff nazionale e internazionale, che è stato formato su protocolli di protezione e prevenzione del contagio specifici.

Kadiatu, una ragazza di 18 anni, è la prima paziente arrivata a poche ore dall’apertura del Centro. Si è presentata spontaneamente, preoccupata dai sintomi – febbre e vomito – e dalle morti “sospette” di alcuni membri del suo villaggio.
L’abbiamo ricoverata e siamo aspettando il risultato del test.
Anche il tuo aiuto è importante: sostieni le nostre attività in Sierra Leone con una donazione online.

INEVITABILE !

QUANDO MI CHIESERO : " PERCHE' NON TI INTEGRI ? "

Egregio Direttore,

Le voglio raccontare una cosa che mi è successa… Era qualche anno che ero in Italia, e un giorno un mio collega di lavoro mi disse: “Perché non ti integri?”

Gli chiesi cosa volesse dire con quella strana richiesta. La sua risposta mi lasciò a bocca aperta: “Cambia le tue abitudini, il tuo modo di vedere le cose, magari anche il tuo nome…”. Gli risposi che non ritenevo giusto dover cambiare me stesso per essere “integrato”. Questo però non deve essere un limite, anche se abbiamo nomi, tradizioni e abitudini diverse possiamo fare politica per il bene comune. Possiamo giocare a calcio assieme, possiamo mangiare assieme o fare semplicemente una chiacchierata al bar. Io rispetto e rispetterò sempre la cultura e la tradizione che c’è qui. Lui mi fece un’ulteriore domanda: “Dopo anni che vivi qua ti senti ancora uno straniero?”. Ebbi difficoltà a rispondere in quanto vivendo in un paese che non è il mio, già dal mio nome venivo etichettato. Spesso si esprimono giudizi sulle persone senza conoscerle veramente. Troppe volte non c’è il coraggio di andare oltre al nome, al colore, alla tradizione diversa… vince la paura. Come possiamo integrarci se chi ci dovrebbe aiutare ci esclude per un’opportunità politica? L’integrazione deve iniziare dalla politica, dai piccoli quartieri, dalla scuola, fino ad arrivare ai Comuni. E non siamo alla ricerca di corsie preferenziali, ma di poter esercitare i nostri diritti e adempiere ai nostri doveri di cittadini, perché nel frattempo io sono diventato un cittadino italiano a tutti gli effetti.

Quindi mi chiedo come e quando possiamo usare la parola integrazione? Prima o dopo le elezioni? I moralisti dicono sia meglio usarla dopo perché “prima” si rischia di perdere voti. I realisti, e sono pochi, la usano tutto l’anno perché viviamo assieme ogni giorno, ogni minuto delle nostre vite. Ma c’è una terza categoria che usa la parola “immigrato” tutto l’anno, ma non per spingere verso l’integrazione, ma per l’esatto opposto: diffondere paura e raccogliere consensi. Dopo un’esperienza di 23 anni posso affermare che nel mondo della politica serve più dialogo, più trasparenza e più rispetto.
17/09/2014
Hicham Mourtadi (Sesto Calende)

PERDE ALLE MACCHINETTE ,RUBA UNA SLOT



VENEZIA -Oltre ai soldi ha perso anche la testa - Ha giocato tutto il pomeriggio perdendo cnetinaia di euro ; aspettava sempre di " rifarsi " ,ma la giocata buona non arrivava mai .
Così ha deciso di portarsi a casa la macchinetta infernale che aveva ingoiato tutti i suoi soldi .
Il proprietario ha chiamato il 113 .!

MORTO SUL LAVORO A 87 ANNI !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!-



VICENZA -Un uomo di 87 anni, Valerio Sardo, residente in città, è stato travolto da un muletto nel deposito rottami alle Acciaierie Valbruna di Vicenza.
Avevano regolare  contratto di collaborazione.
Secondo le prime testimonianze, l'infortunio è avvenuto sul percorso esterno antistante il deposito rottami. Un carrellista, addetto al trasporto con il carrello elevatore, non si sarebbe accorto della presenza dell'87enne.
In seguito alla disgrazia le rappresentative sindacali hanno deciso di bloccare la produzione. «A fronte di questa tragedia - si legge nel comunicato diffuso - le Rsu assieme alle organizzazioni sindacali dei metalmeccanici di Cgil Cisl e Uil hanno deciso di bloccare lo stabilimento fino a domani. Ad aggravare la situazione il fatto che solo 9 mesi fa un altro operaio è morto nella stessa fabbrica». Allora toccò ad un dipendente di una ditta esterna, schiacciato da una grossa pala meccanica, condotta da un collega, che stava procedendo in retromarcia all'interno del deposito scorie dell'acciaieria. ( da Il gazzettino )

SCOZIA - VIGNETTA DI VARESENEWS

La Scozia dice
No all’indipendenza


ALBIZZATE ( VA ) - Verdi Orizzonti !



  

  

L'Associazione Verdi Orizzonti di Albizzate,

è lieta di invitarVi alla 2° edizione de "La macchina perfetta: modelli per uno sviluppo sostenibile" - sabato 20 e domenica 21 settembre 2014.

In occasione della  Settimana Europea della Mobilità Sostenibile, che quest'anno si svolgerà dal 16 al 22 settembre 2014, torna l'evento albizzatese che riempirà di biciclette il centro della cittadina e accompagnerà adulti e bambini alla scoperta di un pezzettino del nostro territorio. Scopo di questa manifestazione è divertire, informare e sensibilizzare la cittadinanza verso un tema così importante e allo stesso tempo delicato; vuole creare momenti di confronto, di scambio di idee e progetti tra le associazioni e le realtà presenti. 

VARESE - 50 EURO DI MULTA PER MICHELE FORZINETTI



Come abbiamo scritto ,Michele Forzinetti, salito sul cipresso per impedire l'abbattimento degli alberi presenti nel parco comunale di Varese , è stato multato per ..." manomissione del verde pubblico ".
Forse ha spezzato un rametto .
Siamo al controsenso italiano : uno si impegna personalmente per impedire l'abbattimento di alberi e poi viene multato per manomissione del verde pubblico !
Ma dove siamo ?
In Italia .

SCOZIA -CONFERMATA LA VITTORIA DEI NO !



Con una affluenza record dell’85% vince il no alla separazione con il 55% dei voti. Una vittoria che ha fatto bene allo spread e alle Borse europee.
 I mercati esultano .
Bene anche la City di Londra. La sterlina nella notte ha infatti toccato il massimo sull'euro dal luglio 2012 a 78,10 pence. Si è poi stabilizzata a quota 78,40 pence, ma sono attesi nuovi balzi con l'apertura del mercato britannico. La borsa poi parte positiva: l'indice Ftse 100 segna +0,75% a 6.870,41 punti. Che l'incertezza però non fosse limitata alla sola Gran Bretagna lo testimonia la reazione delle borse mondiali.
La Borsa di Milano, ad esempio, apre con un balzo dopo l'esito del referendum. L'indice Ftse Mib sale dell'1,10% a 21.374 punti. La Borsa di Tokyo festeggia poi la vittoria del no chiudendo a +1,58%, sfiorando i massimi degli ultimi 7 anni, da novembre 2007.