sabato 19 aprile 2014

DA VENEZIA A PISA : " ALLE ARMI "

Dopo l'assalto del carro armato leghista a Venezia , gli indipendentisti pisani marciano su Firenze !

infatti

UMANITA' A " MERCALLO PER..."

     Volunteering con Workcamps Program 
  Questa sera si è tenuta una riunione dell'associazione MERCALLO PER... di cui faccio parte .
Devo dire che sono state fatte scelte di grande UMANITA' e questo aumenta il valore del lavoro della associazione .

venerdì 18 aprile 2014

" CIAO, TI RICORDI DI ME ? " e SCATTA LA TRUFFA !




Il distinto signore con giacca a righe e camicia bianca è fermo con la sua auto sulle strisce, quando decide di partire quasi investendoci. Quel gesto di disattenzione da parte dell'automobilista, che noi presi dallo spavento sottolineiamo, diventarà per lui l'occasione per un incontro tra "vecchi amici": «Ciao, ma come non ti ricordi di me....?». Lo guardo abbassandomi all'altezza del finestrino. No... veramente... «Ma si, sono Antonio Desimone, come stai? Fai sempre lo stesso lavoro....? Ti trovo in forma, stai benissimo, solo un po' di capelli bianchi... ».

Grazie, sì sto bene, gli rispondo. Anzi sto benissimo visto che per un pelo non mi hai investito... «Sono passati 32 anni. Ti ricordi?».
Beh, veramente no, ripeto io, con delicatezza, per non mortificare il suo entusiamo. «Ma lavori sempre li...?», insiste lo sconosciuto che insiste nello spacciarsi per mio vecchio amico.

Sì, sì, certo, sempre al giornale. «E non ti ricordi di me, lavoravo anche io al giornale, ero in amministrazione, sono stato lì tre mesi nel 1982, poi ho avuto la fortuna di conoscere mia moglie e siamo andati a vivere a Lugano. Ora siamo felici, ho un azienda che produce pelli per aziende italiane. Mi ricordo di te. Aspetta, non ricordo però come ti chiami».

Franco... Franco Giuliano. «Ma sì certo.. Franco. Ho un bel ricordo di te. Davvero». Il «mio amico» ritrovato resta seduto sempre in auto, bella faccia, mi guarda fisso, io cerco di ricordare quel volto. E intanto noto com'è vestito: giacca a righe, camicia bianca perfetta, indossa i jeans. Per essere un industriale il suo look è credibile.
«Vivo a Lugano, ho una villa, vieni a trovarmi, sto partendo dopo essere stato alla fiera della pelle in un grande e famoso negozio (cita anche il nome). Sono qui perché cercavo un vecchio amico, volevo lasciargli il campionario. Va bene, mi ha fatto piacere vederti».

Ciao, auguri, però non mi ricordo di te. E poi ho pensato che nell'82 ero ancora studente. Ma non mi è sembrato giusto deluderlo. Poteva avermi visto qualche volta quando da ragazzo andavo al giornale per portare qualche articolo.

VARESE .AMICI DEL SACRO MONTE

BuonaPasqua1

VARESE-COMITATO OSPEDALE UNICO SI RIUNISCE

Foto Ospedale Filippo Del Ponte Varese

Cari amici,
    dopo un lungo silenzio, alla luce delle ultime notizie apparse sulla stampa (ventilata chiusura dell’Ospedale  di Cuasso al Monte, insufficienti risorse finanziarie regionali sia per il mantenimento di Cuasso che per il completamento del megagalattico Polo Materno-Infantile al Del Ponte di Varese)  abbiamo ritenuto opportuno, nell’ottica di una visione complessiva della Sanità Varesina, riproporre le nostre vecchie osservazioni aggiornandole alla nuova situazione politico-economica.
    Avrete già letto della nostra proposta (vedi allegato link) del cambio di destinazione d’uso del nuovo edificio multipiano in via di ultimazione al Del Ponte, che potrebbe accogliere con vantaggio per tutta la Cittadinanza varesina le attività di Riabilitazione ora presenti a Cuasso, mentre il Polo M. I. potrebbe ritornare, come da noi sempre sostenuto, all’Ospedale di Circolo dove si trovano tutte le altre divisioni per “acuti”. 
   Prima di indire una riunione pubblica sulla questione con tutti coloro che hanno aderito al Comitato, pensiamo sia utile ritrovarci tra noi promotori, invitando anche ad alcuni Rappresentanti di forze politiche che già ci hanno sostenuto (e che speriamo vogliano partecipare) per discutere del problema e delle prospettive future.
    L’incontro è fissato per MERCOLEDI’ 23 APRILE – ore 17,30 – presso il bar Zamberletti di via Manzoni 4 - VARESE.  Cercate di non mancare !
    Con l’occasione porgiamo a voi tutti i nostri più cordiali auguri di Buona Pasqua.
Cordiali saluti.
                                                                                 Giovanni Dotti  e  Martino Pirone     
        
   Varese, 18 aprile 2014

VARESE- VENDEVA COLOMBE DEL 2012 -DENUNCIATO .

Cassano Magnago ( VA )-La ditta di Cassano Magnago esiste dal 1990 .
Secondo le accuse, le colombe pasquali ad esempio avevano la scadenza addirittura nel 2012, ma erano negli scaffali pronte a essere commercializzate: avrebbero potuto anche creare seri problemi di salute. I prodotti erano già scaduti ma in moltissimi la data era stata artatamente contraffatta. Un raggiro che ha coinvolto almeno 3 tonnellate circa di merce, finite nel mirino dei finanzieri della procura di Busto Arsizio. 

ADDIO A GABRIEL GARCIA MARQUEZ

Gabriel Garcia Marquez (foto: ANSA )

Lo scrittore e premio Nobel colombiano Gabriel Garcia Marquez è morto oggi a Città del Messico.
Garcia Marquez aveva compiuto 87 anni il 6 marzo scorso. Era stato insignito del Nobel per la letteratura nel 1982. "Per sempre Gabriel", sottolinea in un titolo a tutta pagina il quotidiano di Bogotá El Espectador.

EMERGENCY PER L'ITALIA

Dona il 5 per mille a EMERGENCY - codice fiscale 97147110155

Facilitare l’accesso ai servizi sanitari del territorio, aumentare la conoscenza delle malattie sessualmente trasmissibili e dei comportamenti da tenere per evitare situazioni a rischio: sono questi gli obiettivi del nostro nuovo progetto rivolto alle prostitute che lavorano nel casertano.

Dalla scorsa settimana un team di Emergency composto da un medico, un infermiere e una mediatrice culturale svolge attività di informazione e prevenzione a bordo di un’unità mobile in un’area estremamente degradata.

Nella prima settimana di attività abbiamo contattato 65 donne di diversa nazionalità, tra cui una donna al quinto mese di gravidanza che non ha mai effettuato un controllo. Solo poche di loro hanno un medico di base o si sono rivolte in passato a un ambulatorio; la maggior parte non ha mai avuto accesso al Servizio sanitario nazionale, non sa che cosa sia un consultorio né conosce i propri diritti in tema di salute.
Sostieni le attività di Emergency in Italia,
fai una donazione online!

UNA AL GIORNO -PIU' FORTUNATI DI COSI'!

Immagine Articolo

Sono la coppia più fortunata del mondo.
Nel mese di marzo 2014 Calvin e Zatera Spencer, due coniugi di Portsmouth, in Virginia, hanno vinto la lotteria per tre volte.
Il 12 marzo hanno azzeccato la combinazione Powerball vincendo 1 milione di dollari, il 26 marzo 50.000 dollari con un Gratta e vinci e il 27 marzo un altro milione di dollari con un altro Gratta e vinci. Uno di quei rarissimi casi in cui la fortuna non ti bacia, trasloca armi e bagagli  a casa tua!

giovedì 17 aprile 2014

EMERGENCY -CECILIA STRADA DICE CHE POSSO ESSERE ORGOGLIOSO ( CON MIGLIAIA DI ALTRE PERSONE )

Dona il tuo 5 per mille a EMERGENCY - codice fiscale 97147110155

Cari amici
EMERGENCY compie vent'anni . Se ci guardiamo indietro vediamo quello che siamo riusciti a fare insieme :sei milioni di volte c'è stato bisogno di noi e sei milioni di volte EMERGENCY c'era.
Insieme : il chirurgo in Afghanistan ed il volontario in Italia ,chi ci ha messo un pò di soldi o tempo e chi ha visitato un bambino in Sierra Leone ,chi ha curato i denti  ad un indigente in Italia e chi ci ha aiutati a portare avanti questa idea di medicina .che ogni giorno mette in pratica i diritti umani per tutti .
Se state leggendo  questo report ( arrivato con questa lettera ) vuol dire che siete stati parte-ognuno nel suo modo - della storia di EMERGENCY ,raccontata nelle pagine che avete davanti .
Credo che possiate, che possiamo esserne orgogliosi 
Abbiamo molto lavoro davanti a noi :nei Paesi in cui operiamo, ed anche in Italia : c'è sempre più bisogno di cure gratuite .
E continueremo ad esserci , per chiunque ci chieda aiuto .
Insieme a voi .
Grazie

Cecilia Strada 
Presidente di Emergency

B. ASSISTERA' SE TESSO !

La vignetta di Fulvio Fenzo

( da Il gazzettino )

DA SOCRATES A LUCARELLI- CALCIATORI IMPEGNATI .



Il calcio è una cosa seria, molto spesso più vicina alla politica di quanto si possa pensare. Questa raccolta di storie scritta da Quique Peinado, scrittore e giornalista spagnolo, lo conferma: in ogni epoca e luogo ci sono stati calciatori che non hanno avuto paura di svelare il proprio impegno, anche fuori dal rettangolo di gioco. La politica è entrata in campo attraverso gesti coraggiosi come quello di Carlos Humberto Caszely, bomber cileno che si rifiutò di stringere la mano a Pinochet, e che alla vigilia del referendum sulla dittatura portò in tv la mamma, violentata e torturata. O i pugni alzati di Sócrates, l’asso brasiliano del Mundial 1982, medico, filosofo, fedele al Che Guevara, e quelli italiani di Sollier e Lucarelli. Le storie di Augustìn Gòmez Pagola - inviato in Unione Sovietica durante la Guerra civile spagnola e poi diventato agente del Kgb; di Nando Caimbra, fratello di Zico, campione con il Brasile e l’Udinese, minacciato dalla polizia perché, da calciatore promettente, collaborava con i cattolici di sinistra nelle scuole popolari; di "Javi" Poves,.
( diritti e distorti )

ULIVI PUGLIESI PATRIMONIO DELL'UMANITA' ?

ulivi millenari
E' innegabile che la regione Puglia stia facendo sforzi giganteschi per affermarsi quale polo di attrazione turistica . Da anni aumentano i turisti, ricambiati da luoghi splendidi e da persone affabili . Oltre al turismo " normale 2 la Puglia punta al turismo enogastronomico .
In questo filone si inserisce la petizione de " La Terra Di Puglia "  per richiedere il riconoscimento da parte dell'Unesco degli antichi ulivi pugliesi quale Patrimonio dell'Umanità. Inoltre i cittadini chiedono che tutte le zone pugliesi ad alta intensità olivicola vengano inserite ufficialmente tra le aree protette..
Questi alberi hanno alle spalle una storia millenaria. Sono dei veri e propri simboli del patrimonio naturaleregionale e nazionale, oltre che una fonte di sostentamento economico per la popolazione. Dagli ulivi pugliesi si ricava olio extravergine di qualità, uno dei prodotti più caratteristici del Made In Italy.

PASQUA - NO ALL'AGNELLO SULLA NOSTRA TAVOLA

agnello pasqua 2014

Essere buoni a Pasqua, non solo a Natale, scegliendo un menu che risparmi agnelli e caprette. In una parola cruelty free. Risparmiare sofferenze agli animali e all'ambiente senza rinunciare alle delizie del palato è davvero possibile. 
Solo a Pasqua, si potrebbe risparmiare la vita di circa 450.000 agnelli e capretti macellati in Italia per questa ricorrenza, che celebra simbolicamente proprio gli agnelli. E il miglior modo per far loro la festa è quello di risparmiarli. Ogni anno, sono oltre 3 milioni gli ovini e caprini macellati con un boom proprio in occasione delle feste di Natale e Pasqua. Si macella di più in Sardegna e nel Lazio, seguite, ma in percentuali minori, da Puglia, Campania e Toscana.
Non sono solo motivi etici quelli che dovrebbero spingere ad evitare o al massimo a ridurre drasticamente il consumo di carne. Quest'ultimo, in generale, ha un peso sul pianeta da non sottovalutare. Allevare animali destinati all’alimentazione umana fa impennare le emissioni di gas serra nell’atmosfera.
Ecco perché scegliere, anche in occasione delle feste, un menu diverso, più buono in tutti i sensi


PRIMAVERA,DUE RUOTE DI LIBERTA' CON TROPPE TRAGEDIE



Cosa c'è di più bello di pedalare in libertà .oppure di sorpassare le auto ferme ,incolonnate ?
Arriva la primavera ed aumentano le persone che inforcano i cavalli d'acciaio con o senza motore .
Purtroppo il risvolto della medaglia non è dei più tranquillizzanti, anzi...
Non passa giorno che le cronache locali non ci consegnino la notizia di una tragedia purtroppo annunciata : " ciclista travolto da ..." ..." morto motociclista a ..."
Noi stessi due giorni fa quasi investivamo due ciclisti " della domenica ",  i quali , bardati di tutto punto, per non fermare il proprio mezzo non hanno rispettato la precedenza che spettava al veicolo da me guidato . Ho dovuto effettuare una repentina frenata !
A volte c'è dell'incoscienza e , come come scrive il cronista " l'eco delle disgrazie altrui non sembra abbia fatto aumentare la prudenza ..."

Insomma  una strage: tra pedoni, ciclisti e motociclisti travolti da auto o camion, in neppure cinque giorni si sono compiute numerose tragedie sulle strade della provincia (una donna morta, un'altra amputata agli arti inferiori tra venerdì 11 e sabato 12 aprile), senza che l'eco delle disgrazie altrui abbia fatto aumentare la prudenza di chi si trova per strada. 
La dimostrazione sta nei nove incidenti in otto ore che mercoledì 16 aprile hanno costretto i soccorritori del 118 e le forze dell'ordine a intervenire in diverse zone della provincia, da Albizzate, dove un uomo di 50 anni ha perso la vita, fino a Castiglione Olona.( La Prealpina )

Noi 

UNA AL GIORNO - CORRI LADRO, CORRI, ALTRIMENTI TI ARRESTANO !

 Il ladro spompato

Caronno Varesino, Varese, Lombardia: tenta furto in una villetta in pieno giorno ma viene visto da una pattuglia di Carabinieri e scappa di corsa. Non lo avrebbero mai arrestato se dopo pochi metri non fosse rimasto completamente senza fiato.
Un complice invece è riuscito a scappare a bordo di un'auto : aveva dimenticato il complice a piedi !
(Fonte: Prealpina.it)

mercoledì 16 aprile 2014

PARROCCHIA SFORTUNATA :DAL PRETE PEDOFILO AL PRETE PIRATA DELLA STRADA !

Ravenna, 16 aprile 2014 - Il prete 'pirata', fuggito dopo l’incidente in cui sabato sera era rimasto ferito un diciassettenne a Ravenna, è padre Pietro Gandolfi. Il sacerdote era stato inviato alla parrocchia di Casal Borsetti per sostituire, dopo l’arresto in un’inchiesta anti-pedofiliadon Giovanni Desio  di Saronno ( VA )
La Polstrada, dopo avere ascoltato il don e avere verificato che la sua auto non presentava alcun segno di contatto, lo ha denunciato per “fuga e omissione di soccorso a seguito di incidente stradale con feriti”.
Gli ha anche contestato due violazioni al codice della Strada: per avere effettuato una svolta a sinistra nonostante l’obbligo di proseguire dritto, imposto dalla segnaletica, e perche’ nell’effettuare la svolta a sinistra ha creato pericolo agli altri utenti della strada causando l’incidente.
Il diciassettenne è all'ospedale con 40 giorni di prognosi .

MORTI SUL LAVORO -PERCHE' IL GOVERNO NON FA NULLA ?

le elezioni risvegliano le coscienze

Il giorno 8 marzo avevo mandato una mail alle Segreterie del Primo Ministro Matteo Renzi, al Ministro del Lavoro Poletti e delle Politiche Agricole Martina per metterli al corrente che in base ai dati raccolti nel corso degli anni di lì a pochi giorni sarebbe ricominciata la strage di agricoltori schiacciati dal trattore e pregandoli d’intervenire almeno con un’informazione mirata per sensibilizzare gli agricoltori e di far prestare la massima attenzione per la possibilità di un’imminente strage.
Purtroppo, come al solito nessuno ha risposto e non è stato fatto niente.
Sapete quanti sono gli agricoltori morti schiacciati dal trattore da quel giorno?
26, un numero incredibile di vittime che nasconde nome e cognome, vite perse e familiari in lutto, un’autentica stage degli innocenti che vede come responsabili chi ci governa, i media e tutti noi cittadini che assistiamo inermi e senza sdegnarci a queste carneficine.
Io non riesco a fare di più. Dedico come volontario diverse ore al giorno per fare questo lavoro di monitoraggio. Lascio a voi il giudizio su questa vicenda.
Per chi è interessato a sapere l’identità delle vittime può mandarmi una mail. Chiedo a tutti il 1° maggio di portare il lutto alle manifestazioni o anche se si va da qualche altra parte.
Complessivamente i morti sui luoghi di lavoro sono oggi 140 e se si aggiungono le morti sulle strade e in itinere si superano i 300 morti.

Carlo Soricelli-Osservatorio indipendente di Bologna morti sul lavoro 

MORTO SUL LAVORO MENTRE MONTA I PANNELLI SOLARI SUL TETTO



CABRAS ( Oristano ) -Antonio Concas, 46 anni, di Gonnosfanadiga, addetto della società Saime di Oristano, ha perso la vita cadendo dal tetto di un capannone nei pressi dell'agriturismo Sa Canudera - lungo la provinciale per San Giovanni di Sinis - dove era impegnato a montare dei pannelli solari.
L’uomo è caduto, da un’altezza di circa cinque metri, dal tetto in ondulato, che secondo quanto ricostruito dai carabinieri, ha ceduto. Concas è morto sul colpo.

QUATTRO ZAMPE-ATTENZIONE AI BOCCONI AVVELENATI

Foto: AIDAA: attivo il numero amico anti bocconi avvelenati.
In Italia nel corso del 2013 sono stati circa 19.600 gli animali domestici morti a causa di bocconi avvelenati. Per questo l’AIDAA ha attivato un numero di telefono a cui chiunque trovi bocconi avvelenati potrà chiamare per avere ogni informazione utile su come agire. 
http://bit.ly/NumeroAidaaBocconiAvvelenati
AIDAA: attivo il numero amico anti bocconi avvelenati.
In Italia nel corso del 2013 sono stati circa 19.600 gli animali domestici morti a causa di bocconi avvelenati. Per questo l’AIDAA ha attivato un numero di telefono a cui chiunque trovi bocconi avvelenati potrà chiamare per avere ogni informazione utile su come agire.
http://bit.ly/NumeroAidaaBocconiAvvelenati
 —