mercoledì 15 agosto 2018

EUROPA - NASCITE :43% FUORI DAL MATRIMONIO ;ITALIA 28 % - POCHE NASCITE !



La proporzione di nati vivi avvenuti al di fuori del matrimonio nell'UE si è attestata al 43% nel 2016. Si tratta di oltre 15 punti percentuali in più rispetto al valore del 2000.

Dal 2000, secondo l’ultima rilevazione Eurostat,  la quota è costantemente aumentata di circa 1 punto percentuale ogni anno, segnalando cambiamenti nei modelli di formazione della famiglia, con nascite che si verificano in relazioni non matrimoniali, coppie conviventi e genitori soli.

In otto Stati membri dell'Ue nel 2016 ci sono state più nascite registrate al di fuori del matrimonio che all'interno del matrimonio: Francia (60%), Bulgaria e Slovenia (entrambe 59%), Estonia (56%), Svezia (55%), Danimarca (54% ), Portogallo (53%) e Paesi Bassi (50%). 
L’Italia, secondo Eurostat, è comunque nell’Ue 28 la nazione col tasso di fertilità più basso in assoluto nel 2016 in diminuzione costante  rispetto agli anni precedenti (1,34 nel 2016 assieme alla Spagna contro il massimo dell’1,92 della Francia) e le mamme italiane in media hanno l’età più elevata rispetto agli altri paesi dell’Ue 28 alla nascita del primo figlio (31 anni, contro sul versante opposto i 26 della Bulgaria e comunque tranne Irlanda, Grecia, Spagna e Lussemburgo tutti gli Stati sono al di sotto dei 30 anni).

M5S : POSSIBILITA' CROLLO PONTE ...." UNA FAVOLETTA " !



GENOVA- - A qualche ora dal crollo del ponte Morandi di Genova, che ha causato oltre 35 vittime, è spuntato sui social un comunicato dei Comitati No Gronda del 2013. Nel testo, ospitato sul sito del Movimento 5 Stelle, venivano spiegati i motivi della contrarietà alla Gronda di Ponente, una bretella autostradale progettata a Genova. Poi, a un certo punto, il comunicato cita espressamente il ponte Morandi.

"Ci viene poi raccontata, a turno - si legge nel documento - la favoletta dell'imminente crollo del Ponte Morandi, come ha fatto per ultimo anche l'ex presidente della Provincia, il quale dimostra chiaramente di non avere letto la Relazione conclusiva del dibattito pubblico, presentata da Autostrade nel 2009. In tale relazione si legge infatti che il Ponte "...potrebbe star su altri cento anni" a fronte di "...una manutenzione ordinaria con costi standard" (queste considerazioni sono inoltre apparse anche più volte sul Bollettino degli Ingegneri di Genova)".( La Repubblica )

TERREMOTO IN MOLISE



 Una scossa di terremoto di magnitudo 4.7 si è registrata alle 23.48 di ieri sera in Molise, con epicentro nella provincia di Campobasso. Il sisma è stato chiaramente avvertito anche sulla costa adriatica, affollata in questi giorni di Ferragosto, e molte persone si sono riversate nelle strade. La protezione civile sta ancora svolgendo veririche ma al momento non risultano danni nè alle persone nè alle cose. Ai centralini dei Vigili del fuoco sono arrivate molte chiamate per avere informazioni, ma nessuna richiesta di intervento. Secondo i primi dati dell'Ingv l'epicentro è stato registrato a 6 chilometri da Montecifone, in provincia di Campobasso, ad una profondità di 19 chilometri. L'epicentro della scossa avvertita in Molise è lo stesso del 25 Aprile scorso. Si tratta della zona di Acquaviva Collecroce, a 35 chilometri a nord-ovest di Campobasso.

UNA AL GIORNO - CLAUSURA ...COL PC

 Social per le suore ma con moderazione

Anche le suore di clausura potranno usare i social ma con moderazione e sobrietà. Così è scritto nella «Cor Orans», l’Istruzione applicativa della Costituzione apostolica «Vultum Dei Quaerere”, le regole per la vita delle consacrate dove ci si raccomanda: «Mai perdere di vista la necessità di silenzio, preghiera e contemplazione».
Ogni supposizione è lecita 

martedì 14 agosto 2018

FEMMINICIDIO IN VALGARDENA .FERMATO IL MARITO



BOLZANO-E'in stato di fermo con l'accusa di omicidio volontario il marito di Rita Pissarotti, 60 anni di Parma, trovata morta in un hotel di Santa Cristina in Val Gardena. L'uomo, Paolo Zoni, questa mattina si è allontanato dall'albergo prima dell'arrivo delle forze dell'ordine. Una pattuglia dei carabinieri lo ha fermato poco prima di Bolzano, all'ingresso dell'autostrada. La donna sarebbe stata accoltellata. La coppia era giunta in Alto Adige, il 6 agosto scorso.

15 AGOSTO 1992 - MUORE GIORGIO PERLASCA .

L'immagine può contenere: spazio all'aperto

Giorgio Perlasca (Como31 gennaio 1910 – Padova15 agosto 1992) è stato un funzionariofilantropo e commerciante italiano. Nell'inverno del 1944, nel corso della seconda guerra mondiale, fingendosi Console generale spagnolo salvò la vita di oltre cinquemila ebrei ungheresi strappandoli alla deportazione nazista e alla Shoah.

AQUARIUS :I MIGRANTI IN 6 PAESI EUROPEI - AMNESTY: ITALIA ? VERGOGNA !



Sei paesi dell'Unione europea hanno raggiunto l'intesa per accogliere i migranti a bordo dell'Aquarius, la nave di soccorso di Sos Mediterranee e di Medici Senza Frontiere che ha a bordo 141 persone messe in salvo venerdì scorso a largo delle coste libiche- Spagna , Francia , Portogallo ed altri tre .
È «pura crudeltà» il «vergognoso rifiuto» di Italia e Malta di acconsentire allo sbarco dei migranti dell'Aquarius. Lo afferma Amnesty International in una nota. «Queste persone hanno sfidato con coraggio viaggi pericolosi e condizioni inumane in Libia solo per finire bloccati in mare per governi che vergognosamente hanno abdicato alla propria responsabilità di proteggerli», afferma Maria Serrano, del settore migranti della Ong. «I governi europei devono smetterla di giocare con le vite umane».

LA TRAGEDIA DI GENOVA :ALMENO 20 MORTI

Crolla ponte sulla A10 © ANSA

La tragedia di Genova ha scatenato le sentenze di centinaia di ingegneri, architetti ,geologi,  geometri ...

Tutti bravi : peccato che quelli che possono scrivere e mettere in calce  il timbro degli ordini e dei collegi sono coloro che riflettono in silenzio , cercando di capire ,prima di esprimere una opinione ponderata

CICLOPEDONALE DI MERCALLO INVASA DALLE ERBACCE ...E LA PROVINCIA INTERVIENE A SESTO CALENDE !


  L'immagine può contenere: albero, auto e spazio all'aperto Ciclopedonale !
                                                                                                                                                            CICLABILE INCOMPLETA INVASA DALLE ERBACCE …E LA PROVINCIA INTERVIENE ALTROVE
Domenica due articoli si sono occupati in modo esteso delle piste ciclabili :uno riguardava la loro sicurezza, l’altro la mancata manutenzione della ciclopedonale del lago di Comabbio
In merito al primo articolo vorrei ricordare ancora una volta che anche quest’anno i numerosi utenti sono stati costretti a passeggiare/correre tra auto e moto nel tratto che dal semaforo di Mercallo conduce all’area lago –Circa 250/300 metri misti .
Da anni sollecito il suo completamento  .
Da anni la Provincia risponde : faremo .
E’ bello vedere pedoni e turisti che , specialmente d’estate camminano, pedalano in libertà ; è meno bello vedere lo stato di abbandono di una ciclovia , il cui completamento viene promesso …e rinviato di anno in anno …fin dopo  la scadenza dell’attuale amministrazione E  la cui manutenzione verrà attuata quando i  fruitori saranno diminuiti drasticamente .
A proposito del mancato completamento , sarebbe il caso di informare ciclisti e pedoni dell’interruzione forzata della ciclopedonale nel tratto misto di Mercallo : occorre installare cartelli indicanti la fine della ciclopedonale in varie lingue .
Infatti la ciclopedonale è percorsa anche da turisti che arrivano anche  dall’estero in pullman con annesso boxbici  .
Sarebbe utile sapere che fine abbiano fatto i 100.000 euro indicati dalla Regione per il suo completamento .
In merito all’invasione di erbacce e rovi , la Provincia ha promesso di intervenire a stagione turistica conclusa .
In realtà sta intervenendo …altrove .
Infatti proprio ieri , lunedì 13 agosto , personale e mezzi della Provincia erano intenti a tagliare l’erba ai bordi della strada provinciale 48 che da Sesto Calende conduce a Taino .
La gente si lamenta anche sui giornali  della mancata manutenzione della pista ciclabile che passa da Mercallo  e la Provincia taglia l’erba a 5 chilometri di distanza   .
Una corretta attenzione alle esigenze dei contribuenti , una giusta programmazione .
Bagaglio Andrea – Consigliere comunale Mercallo .


ITALIANA TRA LE 10 MIGLIORI CARDILOGHE DEL MONDO !

 DoTT.ssa Tiziana Claudia Aranzulla

TORINO,  - Lavora all'ospedale Mauriziano di Torino l'unica italiana tra le dieci migliori donne in Cardiologia Interventistica. Tiziana Claudia Aranzulla è stata selezionata durante il convegno internazionale 'Complex Cardiovascular Catheter Therapeutic', svoltosi in Florida; una occasione per celebrare il contributo delle donne in una disciplina ritenuta per tradizione maschile, per la complessità e per i carichi di lavoro.
    "Questo evento lascia un segno nella storia dei congressi di Cardiologia Interventistica e inaugura una nuova era mostrando l'importanza del ruolo che le donne cardiologhe giocheranno nella nostra società", commenta il dottor Rajesh Dave, direttore del convegno internazionale.
    Maria Rosa Conte, direttore della Cardiologia del Mauriziano esperta di Medicina di genere, si dice entusiasta per l'iniziativa americana. Nel convegno la dottoressa Aranzulla ha trattato il tema delle tortuosità coronariche delle donne portando un caso di angioplastica su una paziente ultraottantenne.(ANSA).

FACEBOOK ROVINA LE FAMIGLIE ? ALMENO UNA DI PADOVA !

Lite per Facebook

PADOVA - Lui ha 61 anni, lei 56  e non ne può più di vedere il marito attaccato al PC- Domenica mattina sbotta contro il consorte e ,oltre ad esternare il suo disappunto in modo veemente gli da pure uno schiaffo . Lui , a questo punto , si alza e fa per uscire di casa, ma la moglie vuole che lasci le chiavi a casa . Per chiuderlo fuori ?
Lui si rifiuta e lei chiama i carabinieri - Questi arrivano e spiegano alla donna che non possono imporre la restituzione delle chiavi di casa essendo entrambi sposati e conviventi - Allora lei comincia ad insultare anche i carabinieri ...strappando pure la carta di identità del marito .
I carabinieri l'accompagnano in questura . Le resiste . La denunciano per resistenza a pubblico ufficiale oltre a molestie

UNA AL GIORNO - SE FACEBOOK FA IL CAPPUCCETTO ROSSO ....

Immagine Articolo

10 consigli ragionevoli e un po’ paternalistici
E’ il nuovo portale di Facebook, si rivolge per definizione agli adolescenti. Anche se poi risulta difficile immaginare che molti di loro avranno voglia di andarlo a consultare per vedersi somministrare una serie di buoni consigli “morali”. Ricorda un po’ i consigli a Cappuccetto Rosso.

lunedì 13 agosto 2018

SOLIDARIETA' A RAFFAELE ARIANO -LA MADRE SCRIVE A MATTARELLA CONTRO IL LINCIAGGIO ORCHESTRATO DAL SITO LEGHISTA



Caro Presidente,sono la madre di Raffaele Ariano, 32enne, assegnista di ricerca in una Facoltà di Filosofia. È un privato cittadino: non un politico, non un opinionista, non una figura pubblica. Come comune cittadino ha segnalato un’azione scorretta di un capotreno, un pubblico ufficiale nell’esercizio delle sue funzioni. Per farlo ha scritto con toni pacati e rispettosi un post sul suo profilo Facebook e una lettera a un giornale locale.
Nei giorni successivi, sulla pagina Facebook Ufficiale “Lega – Salvini Premier”, è comparso un post che indicava in Raffaele il responsabile del possibile licenziamento della capotreno (licenziamento mai auspicato da mio figlio e di cui non è comparsa mai menzione nei comunicati di Trenord), con tanto di fotografia, nome e cognome e un link diretto alla sua pagina Facebook con la seguente frase: “State con la capotreno o con il denunciatore, Raffaele Ariano?”.
A partire dal post di “Lega – Salvini Premier” è seguito un vero e proprio linciaggio mediatico da parte di sostenitori della Lega e di gruppi neo-fascisti come CasaPound e Forza nuova, contenenti ingiurie e minacce all’incolumità fisica di mio figlio e della nostra famiglia. Per pudore e rispetto mi astengo dal riportar queste frasi, ma come si può evincere dal materiale documentale consegnato alla polizia, vi sono stati scandagliati i più bui recessi della barbarie umana e civile: epiteti razzisti, omofobi e misogini, diffamazioni sulla sua professionalità, centinaia di minacce di violenza fisica, con tanto di pubblicazione del nostro indirizzo di casa e promesse di incursioni punitive.
Naturalmente Raffaele sta facendo tutti i passi legali per tutelarsi. Crediamo nelle istituzioni democratiche del nostro paese e siamo fiduciosi che la giustizia saprà proteggere tanto la nostra reputazione quanto la nostra incolumità fisica, per la quale abbiamo motivo di temere per la prima volta nella nostra vita. Del profilo penale di questa triste, dolorosa vicenda, si occuperà insomma la magistratura.
La gravità di quanto accaduto va, però, molto al di là della sua persona: l’aggressione e il linciaggio mediatico che si è riversato su mio figlio, per il sol fatto di aver chiesto pubblicamente il rispetto di principi e valori scritti nella nostra Costituzione, potrebbero colpire chiunque. Quanto accaduto è un fatto politico che riguarda la nostra democrazia. La responsabilità degli insulti e delle minacce da parte degli odiatori del web è certamente personale, ma i cinquantamila commenti sul profilo di un privato cittadino non vi sono arrivati spontaneamente, bensì – per quanto ci risulta – sollecitati e guidati direttamente dalla pagina Ufficiale “Lega – Salvini Premier”. Allora mi chiedo: può essere tollerato che dalla pagina della forza politica il cui segretario è anche Ministro dell’Interno si fomenti intenzionalmente una tale campagna d’odio? È tollerabile in uno Stato di diritto che un privato cittadino possa essere minacciato nella sua incolumità per azioni riconducibili al Ministro preposto all’ordine e alla sicurezza di tutti i cittadini? In un Paese dove il Ministro dell’Interno avesse la possibilità di chiudere la bocca a chi osa dissentire su un qualsiasi tema di pubblico interesse, ci si sente più o meno sicuri?
Temo che accettare supinamente quanto è successo crei un precedente pericoloso, se non inaccettabile, per tutti. Altri, in futuro, potrebbero subire intimidazioni o, addirittura, arrivare a autolimitarsi preventivamente nell’esercizio del diritto alla libertà di manifestazione del pensiero. Quando un cittadino si trova a temere per la propria incolumità a causa di forze più grandi di lui solo per aver espresso un’opinione, per di più a difesa della pari dignità delle persone e dei principi democratici su cui si fonda il suo Paese, si prospettano tempi bui.
Confidando nella Sua persona e nel ruolo che ricopre, affido a Lei questi inquietanti quesiti e Le chiedo, rispettosamente, come cittadina e come madre, di valutare un Suo intervento, secondo i Suoi poteri e prerogative costituzionali, a tutela dei nostri diritti di cittadini italiani, del nostro ordinamento e dei valori democratici su cui si fonda.

Senatore Simone Pillon -Lega : "Via l'aborto legale dall'Italia , facciamo come in Argentina "

Gente che sostiene il governo M5S -Lega 

"Oggi non ci sono le condizioni per cambiare la 194, ma vedrà che anche noi ci arriveremo, come è successo in Argentina". Il senatore leghista Simone Pillon, in un'intervista concessa al quotidiano La Stampa, è intervenuto su interruzione di gravidanza, utero in affitto e famiglie omogenitoriali. E sull'aborto sembra avere le idee chiare. Il primo obiettivo da raggiungere, sostiene, è "aborti zero". In un secondo momento, però, si potrebbe arrivare a un cambiamento della legge 194 del 1978, che garantisce il diritto all'interruzione di gravidanza.
Purtroppo oggi non ci sono ci sono i numeri in Parlamento, mancano le condizioni politiche, ma ci sono le condizioni per applicare la prima parte della 194, puntando all'obiettivo "aborti zero". Occorre aiutare le donne che vogliono abortire perché si trovano in difficoltà economiche e sociali. Le politiche che il ministro Fontana intende fare, con importanti aiuti alle famiglie, vanno in questa direzione.
Il senatore è convinto che sia necessario sostenere la maternità, "altrimenti nel 2050 ci estinguiamo come italiani". E sulla modifica della 194 dice "ci arriveremo, come è successo in Argentina". Nello stato del Sud America il Senato ha respinto la proposta - a cui la Camera aveva dato il via libera - di legalizzazione dell'aborto. L'interruzione di gravidanza in Argentina ad oggi è consentita solo in caso di stupro o rischio per la vita della madre.
Pillon, che prima di diventare senatore è stato tra i fondatori del comitato che ha organizzato il Family Day, a chi gli chiede se ritiene che due omosessuali non siano in grado di crescere un bambino risponde:

MEDICO FA DIAGNOSI CHE NON PIACE , PAZIENTE GLI SCAGLIA IL CELLULARE CONTRO

Al paziente la diagnosi non piace  Scaglia il cellulare contro il medico

CAVALLINO TREPORTI ( VENEZIA )- Non ha gradito la diagnosi e per questo ha afferrato il telefono appoggiato sulla scrivania scagliandolo di potenza contro il medico che poco prima lo aveva visitato. Ancora un'aggressione nei confronti del personale sanitario dell'Ulss4. È quanto accaduto nei giorni scorsi a Ca' Savio, all'interno dell'ambulatorio della medicina turistica. Solo il rapido intervento di altre persone presenti ha evitato che la situazione degenerasse ulteriormente e conseguenze peggiori. Secondo la ricostruzione fornita dalla stessa Azienda sanitaria, tutto sarebbe successo al termine della visita quando l'uomo, un turista in vacanza a Cavallino, quando il medico gli ha comunicato una diagnosi non di suo gradimento -

TRUFFE AGLI ANZIANI : VECCHI SISTEMI , NUOVI RAGGIRI !

Una pattuglia dei carabinieri in...

Il sistema era ben collaudato: cercavano i numeri di telefono sull'elenco e consultavano i dati su siti specializzati per scegliere le vittime - quasi tutte anziane - poi le chiamavano presentandosi come avvocati o carabinieri o ancora come assicuratori, comunicando loro che un parente aveva avuto un incidente ma che la sua auto era senza assicurazione e quindi sarebbe stato trattenuto in caserma o in tribunale se non avessero pagato. A casa loro, per riscuotere quanto richiesto per togliere dai guai i parenti, si presentavano i trasfertisti dell'organizzazione, che aveva sede a Napoli, e che si facevano consegnare contanti o gioielli per poi dileguarsi.
Le denunce presentate ai carabinieri dagli anziani che sono stati raggirati con questo sistema  hanno dato il la alle indagini dei carabinieri del Nucleo investigativo del comando provinciale di Grosseto che hanno consentito di individuare l'organizzazione criminale e ricostruire tutti i ruoli e i movimenti degli appartenenti, attraverso intercettazioni e pedinamenti. Le indagini hanno documentato 23 episodi di truffe o estorsioni, tentate o consumate, nella nostra provincia ma anche a Firenze, arezzo, Roma, Frosinone, Viterbo, Rieti, L'Aquila e Napoli. Sono sei le persone arrestate:
cinque uomini e una donna, tutti napoletani, di età compresa tra i 50 e 30 anni.Tra loro anche i proprietari di un compro oro accusati di riciclaggio

GOVERNO DEGLI ANNUNCI ...SMENTITI _ SPREAD IN RIALZO !- BRUCIATI MILIARDI

 © ANSA

Continua a crescere lo spread tra il Btp e il Bund tedesco. Il differenziale di rendimento sale a 275 punti base col tasso sul decennale del Tesoro al 3,06%.
Borse europee in lieve miglioramento ma ancora in rosso, in scia alla crisi turca. Milano perde lo 0,6%, con il comparto banche sotto pressione (-1,86%), Madrid cede lo 0,9%, Francoforte è in calo dello 0,6%, Parigi è in ribasso dello 0,3% e Londra lascia sul terreno lo 0,5%. Nel Vecchio Continente, il settore che soffre di più è quello sanitario (-1,3%) con il crollo di Bayer. Il titolo della multinazionale farmaceutica perde l'11% sulla Piazza di Francoforte, dopo che un tribunale americano ha condannato Monsanto, che Bayer ha acquisito nei mesi scorsi, a un risarcimento milionario nei confronti di un giardiniere che avrebbe contratto il cancro usando i diserbanti dalla società.

SERVIZIO MILITARE OBBLIGATORIO - TROPPPPPO FORTE !

"Salvini sa che i soldati devono vaccinarsi? Mettetevi d'accordo" Ironia social sulla #LevaObbligatoria

Dopo l'annuncio di Matteo Salvini sull'idea di reintrodurre la leva obbligatoria "per educare i nostri ragazzi", subito bocciata dalla ministra della Difesa Trenta, sui social è schizzato nelle prime posizioni l'hashtag #LevaObbligatoria. E sono in molti a sottolineare il collegamento tra la naja e l'obbligatorietà dei vaccini ai soldati. Lo dimostra il meme che ritrae il professore Roberto Burioni: "Quando scopri che Salvini vuole ripristinare il servizio militare obbligatorio e tu sai benissimo che per fare il militare servono tutte le vaccinazioni"

VACCINI- UN MEDICO CHE SI VERGOGNA DELLA SENATRICEM5S TAVERNA

Vaccini © ANSA


Cara Senatrice Taverna sono estremamente delusa come italiana, come cittadina e come medico, da quello che ha detto in materia di vaccini...
Ha reso questo paese non più libero...ma oppresso dall’ignoranza e dalla cecità. 
Ogni anno milioni di volontari sanitari rischiano la vita in giro per il mondo per salvare migliaia di piccole vite da malattie che hanno decimato intere popolazioni.
E noi, del mondo ricco e civile, torniamo indietro di mille anni contro ogni ragione.
I nostri bambini non sono bestiame. Sono solo bambini a cui garantiamo un futuro.
Perché non proibiamo anche tutte le altre scoperte scientifiche che hanno cambiato la sopravvivenza dell’uomo moderno e che hanno comunque possibili complicanze?
Proibiamo TUTTE le chirurgie.
Proibiamo il vaccino anti HPV contro i tumori della cervice uterina.
Proibiamo LE CORONAROGRAFIE CON PCI primarie che ogni giorno salvano la vita a centinaia di persone colpite da infarto.
Proibiamo la trombolisi primaria per tutti i pazienti colpiti da ictus cerebri.
Proibiamo le trasfusioni.
Proibiamo gli antibiotici.
Spegniamo la luce...torniamo nel medioevo.
Ma non ci chieda poi...a noi medici...di fare miracoli che volete distruggere.
Non ci chieda di piangere la morte dei nostri bambini. 
La piangiamo da oggi. La piangeremo domani. Impotenti davanti ad una “politica” che riduce a voti politici e twittate la scienza.
Mi vergogno onorevole.
Mi vergogno profondamente. 
Mi vergogno di essere rappresentata da lei e chi pensa sia giusto non vaccinare.
Mi vergogno di stare in un paese in cui le decisioni sulla sanità e sicurezza pubblica, perché è di questo che si tratta, vengono prese da persone non preparate sulla materia, non adeguate nemmeno lontanamente al parlarne pubblicamente e criticamente.
Per fare il mio lavoro, il medico anestesista rianimatore, ci vogliono 6 anni di università, 1 anno di abilitazione statale e 5 anni di scuola di specializzazione. Ci occupiamo di vite. È normale. Doveroso. Importante.
Per fare il suo lavoro Senatrice, basta prendere voti. Parlare sui social. Avere fortuna. Essere nel momento giusto con le persone giuste e al posto giusto.
E questo non è giusto.
Perché voi per un voto condannate il nostro paese al ritorno delle malattie che avremmo dovuto debellare.
Condannate bambini al rischio di non poter crescere.
Condannate noi a guardare il vostro irresponsabile scempio con responsabile impotenza.
È un mondo ingiusto il nostro Senatrice.
È un paese ingiusto il nostro.
Ma soprattutto è ingiusto che chi come Lei, accompagnata da cattivi consigli ed ignoranza dovuta al suo non essere competente in immunologia e malattie infettive, non sarà costretta a vedere un bambino morire di morbillo. 
Lei non lo farà.
Lei e i suoi colleghi politici amanti dei selfie, dei social, dei video mentre siete al lavoro...non li vedrete.
E quando sarà il momento...darete la colpa qualcun altro.
Dorma bene Senatrice stanotte.
Dorma bene Senatrice sempre.
Lo faccia anche per me. E per tutti i miei colleghi a cui ha tolto il sonno, la speranza, e la serenità.
Vorrei avere la sua ostentata sicurezza.
Vorrei poter credere ancora di poter fare il mio lavoro nel migliore dei modi in questo mio paese che non riconosco più...e di cui mi vergogno.
Dorma bene Senatrice.
E si ricordi sempre che il mio lavoro è un privilegio, e dovrebbe esserlo anche il suo.
Silvia Braccini

LORO FANNO PROMESSE ELETTORALI NON MANTENUTE E LEGGI REGIONALI " BOIATE PAZZESCHE " E NOI DOBBIAMO STARE ZITTI

L'immagine può contenere: spazio all'aperto

CHE IL TERRITORIO FOSSE CON VARESE E L'OSPEDALE CON BUSTO E' STATA UN'IDEA GENIALE DELLA RIFORMA RIZZI (il leghista  che ando' in galera per tangenti sulla sanità !)

COMUNICATO DEL COMITATO SPONTANEO PERMANENTE OSPEDALE " CARLO ONDOLI " ANGERA ( VA )

Ci auguriamo che questa modifica all'attuale Legge Regionale sulla sanità lombarda abbia luogo nel più breve tempo possibile. Un errore a cui la politica pone rimedio. Ma che non risolve certamente i problemi del nostro ospedale cittadino.
Per questo il Comitato continuerà a vigilare e non certamente per fini elettorali o altro. Ma semplicemente perché ha a cuore l'Ospedale di Angera. Semmai i fini elettorali sono da imputare ad altri. Chi polemizza sbaglia?? No chiede semplicemente e vuole che il diritto alla salute non venga mai meno. Tutto qui.