domenica 19 agosto 2018

UN MINISTRO DEL GOVERNO GIALLO/NERO VUOLE RIMANDARE 177 DISPERATI NEI CAMPI DI CONCENTRAMENTO LIBICI

Braccio di ferro Italia-Malta sulla "Diciotti"

La nave si trova da 5 giorni al largo di Lampedusa - Nessuna pietà per loro da parte di questo governo

Gioca con Malta sulla pelle dei disgraziati .
.
Chi fomentA IL RAZZISMO come dice il presidente della Caritas ?

CARD . MONTENEGRO ( Caritas ) - Esseri spregevoli hanno creato un clima razzista -

 © ANSA

CITTA' DEL VATICANO, - "Non dobbiamo meravigliarci di questa deriva, si fa difficoltà a parlare di razzismo ma è chiaro che vi sia un rifiuto dell'altro soprattutto se ha il colore della pelle nera. Questo è il frutto di questo clima di tensione che si è voluto creare. Richiama Manzoni quando si gridava 'dagli all'untore'. La responsabilità è di noi adulti, e soprattutto di chi occupa posti istituzionali che deve pensare che le sue parole avranno una ricaduta". Così si è espresso oggi il cardinale Francesco Montenegro, presidente di Caritas Italiana, a Vatican News parlando degli ultimi episodi di razzismo avvenuti nel paese.

MAMMA ANATRA E 76 ANATROCCOLI



Nel Minnesota - Di solito le anatre " quattrocchi " depongono dalle 12 alle 20 uova- Probabilmente questa anatra ha adottato anatroccoli che hanno perso la madre .( incredibilia )

LA REGIONE ABRUZZO RICONOSCE E VALORIZZA I MERCATI STORICI !



L'AQUILA -La Confesercenti è particolarmente soddisfatta della circostanza che ha visto il Consiglio Regionale d’Abruzzo, nella riunione dello scorso 8 agosto, approvare la norma che introduce il riconoscimento e la tutela dei Mercati storici delle città.
L’atto regionale prevede i "Mercati a valenza storica", in cui l’attività mercatale è svolta da almeno 50 anni, i "Mercati a valenza storica di tradizione” che abbiano origine attestata e documentabile risalente ad almeno 100 anni prima, i “Mercati di particolare pregio” in cui l’attività commerciale è svolta da almeno 30 anni e che vantino particolare pregio per la tipicità o sul fronte turistico ricettivo.
«La norma sui Mercati storici, oltre a riconoscere il particolare pregio dell’attività – ha dichiarato Angelo Pellegrino, Direttore della Fiesa Confesercenti – restituisce dignità a tutti gli operatori e conferisce alle amministrazioni locali la possibilità di qualificare o riqualificare il proprio tessuto economico». In sostanza, La Regione Abruzzo riconosce i mercati e le fiere di valenza storica o di particolare pregio su aree pubbliche. Per la Confesercenti questa norma è una vera e propria opportunità per i comuni che intendono rivitalizzare l’economica locale e rigenerare il tessuto urbano.
Il Consiglio Regionale si è dotato di uno strumento con il quale è più facile stabilire i requisiti e le modalità ai fini dell’individuazione dei mercati di valenza storica o di particolare pregio, in collaborazione con i comuni, le organizzazioni maggiormente rappresentative delle imprese del commercio su aree pubbliche.


IL TERREMOTO NON LASCIA IN PACE L'ITALIA -ALTRA SCOSSA AL LARGO DI USTICA



Una fortissima scossa di terremoto è stata registrata in aperto mar Tirreno, al largo dell'isola di Ustica. La magnitudo registrata dall'Ingv è stata di 4.6 a profondità di 530 chilometri.  Il sisma è avvenuto alle 8.29 del mattino. La scossa, visto epicentro e grande profondità,  non è stata rilevata dalla popolazione.

STUDENTESSA DI 19 ANNI FA ARRESTARE ITALIANO PER VIOLENZA SESSUALE -

 © ANSA

 OSTUNI (BRINDISI), - Una studentessa di 19 ha denunciato di avere subito una violenza sessuale a bordo di un treno proveniente da Lecce e diretto a Bologna. Il presunto aggressore, un barese di 40 anni, è stato arrestato nella stazione di Ostuni e posto ai domiciliari nel capoluogo pugliese. L'episodio è avvenuto giovedì scorso. E' stata la studentessa a chiedere aiuto al capotreno che ha attivato l'intervento della polizia ferroviaria di Bari e degli agenti del commissariato di Ostuni che, arrivati in stazione, hanno individuato e arrestato il presunto aggressore, ritenuto responsabile di aver compiuto plurimi atti sessuali contro la volontà ed in danno della persona offesa. La studentessa ha sporto querela in commissariato. Gli operatori dalla polizia intervenuti hanno offerto assistenza e sostegno psicologico alla vittima dell'aggressione.

RICRESCITA CAPELLI ? ORA SI PUO'!

Terapia si potrà applicare anche ai pazienti in chemioterapia © Ansa

 I ricercatori dell'Istituto dermopatico dell'Immacolata (Idi) Irccs di Roma che con una innovativa terapia biologica e cellulare basata sull'infiltrazione di derivati del sangue hanno ottenuto un grande successo: la ricrescita dei capelli nell'80% dei pazienti trattati per alopecia androgenetica.
Il meccanismo in parole povere prevede un prelievo di sangue al paziente, il plasma ricco di piastrine, globuli bianchi e fibrina viene separato dal resto attraverso l'uso dell'emoconcentratore. Il plasma viene quindi iniettato nella zona del capo dove c'è stata la caduta di capelli. La terapia può essere usata più volte, non ha effetti collateralise non in alcuni casi sensazione di gonfiore o bruciore tra le 48 e le 72 ore successive e si risolve spontaneamente. La tecnica fa parte della medicina rigenerativa che già da anni viene usata per contrastare alcune malattie come per esempio l'artrosi al ginocchio. I miglioramenti, si legge nello studio, sono stati evidenziati anche in pazienti colpiti da forma severa di alopecia. 

APPLAUSI E SELFIE AI FUNERALI - PAGLIACCIATA !

Salvini e il selfie ai funerali di Stato a Genova. Rabbia sul web: «Non stai al concerto di Fedez»

Nel giorno dei funerali di Stato per le vittime del Ponte Morandi, crollato lo scorso 14 agosto a Genova Matteo Salvini, viene  immortalato proprio ai funerali mentre posa per un selfie con una donna.
  «Non sei Fedez in concerto ma sei il ministro a un funerale di Stato», scrive un utente. «Ci stava l’inagurazione del Papete o del Billionaire?», scrive un’altra ragazza.
«Esiste ancora un confine tra rispetto e propaganda? Fino a che punto ci si può autocelebrare? Può essere così impunemente superato il limite della decenza? La campagna elettorale continua può passare sopra come una ruspa anche al dolore"( Il messaggero ) 

UNA AL GIORNO - IL POPOLO DEI BOSCHI !



Nella riserva naturale dei Monti Pelati, nel Canavese, a una cinquantina di km da Torino, c’è un ecovillaggio molto particolare. Sono tutte case sugli alberi di castagno a 7 metri di altezza.
E’ il primo villaggio “arboricolo” d’Italia, i lavori sono iniziati nel 2002, e non è un posto da eremiti o figli dei fiori. E’ abitato da professionisti e manager ed è dotato di tutti i confort: tv, internet, telefono. Le case sono realizzate in legno con le più innovative tecniche di bioedilizia e collegate tra loro con passerelle, scale e ponti, c’è l’acqua corrente e l’elettricità. In una casa c’è perfino un idromassaggio. Il primo paese è lontano appena 4 km.
Il suono di una conchiglia avverte che è pronto da mangiare, i pasti sono condivisi per ridurre gli sprechi e passare del tempo in compagnia.
Vi abitano 12 adulti e una bambina ma il villaggio sugli alberi è in continua espansione.
Il monte dove sorge il villaggio si chiama Bella Addormentata, ovviamente…
Scrive Antonio Gregolin su Xl.Repubblica.it: “A sentire il popolo del bosco, i problemi non sembrano essere diversi da quelli di chi vive in montagna in una normale casa. A parte le borse della spesa tirate su con una carrucola. E le castagne. Sì, le castagne che ti cadono sul tetto, una “pioggia” a cui bisogna abituarsi. «Ma tutti noi ormai, senza il bosco faremmo davvero fatica a vivere», esclama Giorgio, appena rientrato dal suo turno d’infermiere, «l’energia che respiriamo ci nutre ogni giorno».( Ecoplanet )

sabato 18 agosto 2018

FEBBRE DEL NILO - QUARTA VITTIMA IN VENETO !

West Nile, l'emergenza non si ferma  Quarta vittima in Veneto: è veronese

Ancora una vittima del virus West Nile in Veneto: la quarta persona deceduta è una pensionata di San Giovanni Lupatoto, nel Veronese. La donna, di 85 anni, è morta a Ferragosto nell'ospedale di Borgo Roma, e soffriva già di una grave patologia. Era in ospedale per un controllo quando ha iniziato a lamentare sintomi come nausee e mal di testa: da qui i controlli e la diagnosi....la morte .

TERREMOTO OGGI IN UMBRIA

Terremoto, due scosse sull'appennino

Una scossa di terremoto è stata avvertita nel pomeriggio, alle 16.30, nei pressi di Gubbio, in Umbria. La magnitudo rilevata dall'Ingv è stata di 3.4 a profondità di 8 chilometri. I comuni più vicini all'epicentro sono Costacciaro e Sigillo (Perugia). Allarme tra la popolazione a Gubbio, Gualdo Tadino ed anche a Perugia dove il sistma è stato avvertito chiaramente. 

STOP ALLA PLASTICA MONOUSO

Legambiente, serve legge nazionale contro plastica monouso © ANSA

RIPESCIA ( GROSSETO )-"Basta prodotti usa e getta in plastica. L'Italia si impegni sempre di più nella lotta al marine litter e al contrasto dell'inquinamento da plastica mettendo al bando anche le stoviglie monouso, che se non riciclate in modo corretto, finiscono per inquinare mare e oceani. Sull'esempio delle Isole Tremiti, bisogna continuare a replicare su tutti i territori ordinanze ad hoc e arrivare ad una legge nazionale contro l'usa e getta non compostabile".

È questo l'appello che Legambiente lancia da Festambiente, il festival dell'associazione ambientalista in programma fino al 19 agosto a Rispescia (Gr), dove oggi la giornata sarà dedicata al problema del marine litter e al contrasto dell'inquinamento da plastica, un tema sempre più sentito e sui cui sta crescendo anche l'attenzione delle amministrazioni comunali e la sensibilità dei cittadini.

" La Pacchia " degli schiavi nel leccese

pomodori raccolti

LECCE-Un pakistano di 36 anni, A.Z., è stato arrestato in una campagna di Monteroni (Lecce) perché sfruttava 32 lavoratori (perlopiù connazionali) impegnati nella raccolta di pomodori. La polizia è intervenuta in seguito ad alcune denunce di immigrati sfruttati e l'arrestato è stato colto in flagrante. Nella campagna gli agenti hanno trovato i braccianti, molti clandestini, in pessime condizioni igieniche. Tutti dormivano su giacigli di fortuna all'interno dello stesso casolare, e il pakistano li pagava saltuariamente, promettendo loro che il pagamento totale sarebbe arrivato alla fine della stagione. Tutti i lavoranti venivano costretti con violenze fisiche e verbali a stare 10 ore al giorno sotto al sole per raccogliere i pomodori, potevano fare solo una breve pausa pranzo, composto da pane e legumi, e il loro compenso andava da 1 a 3 euro all'ora. Non avevano nemmeno diritto a ferie, giorno di riposo o assenze per malattia. Era lo stesso caporale a comprare loro il pranzo, trattenendo una somma dal loro stipendio. Nel casolare la polizia ha trovato anche dei pesticidi, pericolosi per l'uomo, con cui i braccianti erano quotidianamente a contatto. 

LA " PACCHIA " DEGLI SCHIAVI NEL ,MANTOVANO

Lavoravano 12 ore nei campi per 10 euro: alla paga sottratti i soldi per il vitto (un piatto di lenticchie)

ASOLA-Colpo agli sfruttatori di braccianti. L'operazione, condotta da carabinieri, ispettorato del lavoro e polizia locale, è scattata all’alba del 16 agosto,  in  un vasto campo agricolo coltivato ad ortaggi. L’attività  ha interessato due appezzamenti di terreno vicini, situati tra i comuni di Asola e Piubega, di cui è proprietario un italiano,che li ha concessi in affitto a due cittadini bangladesi, titolari delle rispettive aziende agricole, che operano  nel settore della coltivazione e commercializzazione di zucchine. Dopo aver bloccato le vie di fuga, i militari hanno fermato e identificato 42 operai, di cui 24 privi di regolare contratto di lavoro, tutti sorpresi nelle operazioni di raccolta degli ortaggi e controllati a vista da tre cittadini bangladesi incaricati della “vigilanza“.
I lavoratori, tutti richiedenti asilo, in regola per quanto riguarda la permanenza sul territorio nazionale, sono stati ascoltati dai militari ai quali hanno dichiarato di lavorare mediamente 12 o13 ore al giorno  e di percepire una paga oraria di tre euro all’ora.
Nel verificare le condizioni abitative dei braccianti è stato accertato, tra l’altro,  che  gran parte di essi erano alloggiati in fatiscenti roulottes e camper, con un unico bagno per oltre 25 persone, il tutto appositamente allestito dallo stesso  proprietario del terreno in un’area adiacente ai campi coltivati.


CAMPUS CONTINUA A SESTO CALENDE ( VA)

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

MERCALLO POSSIBILE DENUNCIA PUBBLICAMENTE LA SITUAZIONE CICLOPEDONALE LAGO DI COMABBIO

MERCALLO ( VA ) Articolo apparso stamane sul giornale La Prealpina -
Wttendiamo la risposta della Provincia

QUANDO I RAZZISTI CALABRESI PRENDONO A SPRANGATE UN UOMO AL GRIDO . " VAI VIA NEGRO ...

Lamezia Terme: «Vai via negro» e lo prendono a sprangate fuori dal ristorante

LAMEZIA TERME
Un'aggressione razzista è avvenuta la sera di Ferragosto sul lungomare di Falerna, in Calabria. La vittima è un 29enne della Repubblica dominicana che, secondo quanto da lui stesso denunciato alla polizia di Lamezia Terme, sarebbe stato malmenato e insultato con frasi a sfondo razzista come "Vai via, in Calabria i negri non li vogliamo". Tre degli assalitori sarebbero stati individuati
In particolare, a quanto ricostruito nella dettagliata denuncia, tutto è cominciato in un ristorante, dove l'uomo si trovava con la sua compagna incinta, lametina, e la suocera 70enne. Lo straniero ha raccontato di essere stato trattato male da un cameriere che prima avrebbe risposto in modo strafottente alla sua lamentela per la pasta troppo cruda e che poi, alla richiesta di un dessert, si sarebbe rifiutato di portargli la carta dei dolci, tanto da spingere un altro cameriere a intervenire per servirli. La situazione sarebbe poi precipitata quando i tre clienti si sono spostati al bar del ristorante: secondo il racconto del dominicano infatti due uomini, asserendo di essere addetti alla sicurezza del locale, gli avrebbero 'ordinato' di risalire in macchina e andarsene perché "in Calabria non sono accettati i negri". Alla richiesta di mostrare un documento che li potesse qualificare come addetti alla sicurezza i due si sono allontanati, per raggiungerli, poco dopo, quando i tre si accingevano ad andarsene in auto: insulti e pugni contro il finestrino del veicolo, fino a quando non è sopraggiunto il cameriere 'scortese' che, bastone alla mano, ha intimato al dominicano di andare via, chiamandolo "negro di m..".

GLI IDIOTI DEL WEB




La lettera del padre di Marta Danisi è un falso. Il padre della ragazza deceduta nel crollo di Genova è morto qualche tempo fa.
La falsa lettera è stata scritta per propaganda politica.
NON CONDIVIDETELA e SEGNALATE il fatto a chi l'ha condivisa.
Il testo della lettera è una versione modificata di un'altra vecchia bufala: la lettera di un padre alla figlia assassinata al Bataclan.
Testimonianza: https://youtu.be/ePVXDdBPASQ
Qui la vecchia sbufalata: https://goo.gl/GyCjcm
Qui uno dei vari post che girano:https://goo.gl/Dnoy74


( da H.Post )

MOLISE SENZA PACE :ALTRE SCOSSE DI TERREMOLTO

 © ANSA

Altre due scosse di terremoto sono state registrate questa notte in Molise dall'Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia. La prima, di magnitudo 2.4, ha avuto come epicentro Guglionesi, in provincia di Campobasso, ed è stata registrata alle 23:17. La seconda, di magnitudo 3.3, ha avuto come epicentro Montecifone, sempre in provincia di Campobasso, già colpita dal sisma dei giorni scorsi.
    Quest'ultima scossa è stata registrata alle 00:48.

E' MORTO CLAUDIO LOLLI -



BOLOGNA,  - E' morto a 68 anni di malattia il cantautore e scrittore Claudio Lolli. "Una brutta notizia. Se n'è andato Claudio Lolli", scrive su facebook l'assessore comunale alla cultura Matteo Lepore, sottolineando che Bologna "perde un suo cantautore e un poeta forse troppo dimenticato"
Nato a Bologna nel 1950, Lolli era fra i cantautori italiani più impegnati, non solo politicamente: in una trentina d'anni, ha inciso una ventina di album, trattando temi come l'amicizia (Michel), le difficoltà (Un uomo in crisi. Canzoni di morte.
    Canzoni di vita), problematiche sociali e culturali (Ho visto anche degli zingari felici). Dagli anni Ottanta aveva insegnato in una scuola superiore. L'anno scorso aveva vinto il premio Tenco.