venerdì 25 maggio 2018

ARRIVA SCIPIONE , C'E' BISOGNO DI CREME SOLARI ? A COSA SERVONO ?QUALI SCEGLIERE ?



Arriva l’estate ed è giunto il momento di comprare la crema solare.
La risposta arriva dalla SIDeMaST (Società Italiana di Dermatologia medica, chirurgica, ...)
Le creme proteggono la pelle dalle ustioni provocate dai raggi ultravioletti, ma non offrono alcuna prevenzione contro i tumori.
L’unica vera prevenzione contro i tumori è limitare l’esposizione al sole.
Occorre usare creme protettive di alta qualità e nella giusta quantità.Il che significa scegliere prodotti rigorosamente senza profumo, fabbricati da azienda primarie e contenenti filtri di ultima generazione ad elevata stabilità (mexoryl, tinosorb, uvinul). Possibilmente in confezioni grandi perché, per essere davvero efficaci, le creme solari devono essere spalmate uniformemente su tutto il corpo in misura abbondante rinnovando di continuo l’applicazione durante la giornata. 

DALL'ODIO ALL'AMORE

 Maledetto il diavoletto…

Sono diventate virali le foto di due orsi immortalati da Igor Azkargota in Canada dove si vedono i plantigradi che prima litigano furiosamente per poi abbracciarsi teneramente.
Probabilmente si era trattato solo di un malinteso. 

TEATRO POPOLARE A VARESE

Image

TEATRO SANTUCCIO - VIA SACCO 10 VARESE info@teatrosantuccio.it tel 342 1343593
www.teatrosantuccio.it

ATTENTI AL CALDO !

Regioni più calde nel weekend 26-27 Maggio 2018

L'altro ieri pioveva ed avevamo freddo ( temperature sui 18 gradi di massima ) per cui indossavamo il maglione , ora il bollettino meteo ci informa un'ondata di caldo decisamente estiva . E la primavera ?
Come sappiamo il fine settimana di Sabato 26 e Domenica 27 vedrà il dominio anticiclonico dell'alta pressione africana Scipione che darà il suo massimo in fatto di caldo e afa.
Abbiamo fatto una media delle temperature massime previste in tutte le province d'Italia. 
Un piccolo appunto: per la Sardegna il database non è ancora aggiornato all'ultima nuova provincia, ossia il Sud Sardegna.
Dopo il podio finale, daremo un po' di dati, elencando le regioni più calde divise per settori (Nord, Centro e Sud) e le città dove potrebbero registrarsi le temperature più alte.
Orbene, il nostro lavoro ci ha portato ad eleggere regione più accaldata d'Italia nel weekend 26-27 Maggio l'Umbria con una media di 29°C.
Secondo posto per il Trentino Alto Adige con 28.75°C.
Terzo posto a pari merito Veneto, Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia con 28.6°C.
Per quanto riguarda le regioni divise per settori invece: al Nord spicca sempre il Trentino (28.75°C), seguono a pari merito Emilia Romagna, Veneto e Friuli Venezia Giulia (28.6°C).
Nel settore centrale d'Italia, la regione più calda è risultata l'Umbria (29°C), a seguire la Toscana (28.05°C) e quindi il Lazio (27.6°C).
Per quanto riguarda il Sud, al primo posto c'è la Puglia (28.58°C), segue la Sicilia (27.65°C) e poi la Calabria (27.5°C).
La città più "hot" in questo fine settimana risulta Siracusa assieme a Taranto con 32°C (Lunedì la città siciliana salirà a 33°C), seguono a pari merito Firenze, Trieste, Ferrara e Bolzano con 31°C.
La città più "fresca" invece sarà Genova con 23°C.

giovedì 24 maggio 2018

DE NIRO NON VUOLE TRUMP NEI SUOI RISTORANTI !

Robert Deniro e Donald Trump (combo) © ANSA

- Robert De Niro lancia un'altra delle sue bordate contro Donald Trump e vieta al presidente americano di entrare nei suoi ristoranti giapponesi: che la star di Hollywood non sopporti il tycoon è noto da tempo, ma l'attore di origini italiane non era mai arrivato a tanto. Intervistato dal tabloid britannico Daily Mail, il 74enne co-fondatore della catena di ristoranti nipponici Nobu non ha usato mezzi termini: se Trump dovesse mai entrare in uno dei suoi locali, verrebbe irrimediabilmente riaccompagnato alla porta. Ma il suo odio per Trump non finisce qui: "Non mi interessa cosa gli piace - ha proseguito De Niro riferendosi sempre al presidente - Se dovesse entrare in un ristorante mentre io sono lì, me ne andrei".

L'altro co-fondatore della catena, lo chef Nobu Matsuhisa che era presente durante l'intervista, ha preferito rispondere con una battuta affermando che è il suo "sogno far sedere Trump accanto" a De Niro per "preparare loro del sushi!". Ma Nobu sa bene che il suo sogno non si avvererà mai perché il sogno di De Niro è ben diverso: "Prima può essere messo sotto accusa ('impeached')" meglio è, "o forse sarà arrestato e messo in prigione...", aveva detto l'attore lo scorso ottobre parlando di Trump


NON PARLA ITALIANO , MEDICO DI BASE SI RIFIUTA DI VISITARLA E DI FARE PRESCRIZIONI !

Non parla l'italiano il medico le rifiuta la visita

PORDENONE -  «Non parla l’italiano? Non posso visitarla, anche se se sono il suo medico di fiducia e non posso farle le prescrizioni» È straniera, sposata da qualche mese con un italiano ma non parla ancora la nostra lingua, esprimendosi invece correntemente in inglese. E, sebbene sia la lingua più parlata al mondo, le difficoltà a farsi capire non mancano. E questo, a lungo andare, sta diventato un problema serio per lei. Persino se si tratta di farsi prescrivere dal medico di base una semplice impegnativa per degli esami del sangue. Come ha raccontato il marito, un imprenditore nell’ambito della ristorazione. «Mia moglieha dovuto recarsi da tre professionisti prima di ottenere un’impegnativa. Il motivo? Nessuno capisce e parla l’inglese». In campo anche l'Ordine dei medici che vuole fare chiarezza. ( Il gazzettino )

REGIONE LOMBARDIA E MALATI CRONICI :ALTRO UN AFFARE PER CLINICHE PRIVATE ?



MERCALLO ( VA )
Oltre ad essere un medico sono anche  consigliere comunale di un comune –Mercallo – che gravita sull’ospedale di Angera ,impegnano nel  Comitato Spontaneo Permanente per l’ospedale .
Giorni fa una mia conoscente affetta da una patologia cronica mi ha mostrato una busta con il logo della regione Lombardia contenente una missiva dell’Assessorato al Welfare che illustrava le magnificenze della “ presa in carico “ dei malati cronici da parte di strutture private e pubbliche  che possono essere diverse dal proprio medico di famiglia .
Vi era anche il depliant illustrativo presente nelle farmacia, negli ambulatori medici , negli ospedali ….
Inoltre vi era una lettera della ATS Insubria che informava della possibilità di essere “ presa in carico dalla ASST Della Valle Olona che comprende gli ospedali pubblici di Busto Arsizio ,Gallarate ,Saronno, Somma Lombardo ed Angera .
In nessun foglio veniva indicato il costo per casse regionali ( soldi pubblici  ) che dovrebbe aggirarsi sui 50 euro pro capite.
I pazienti cronici sono stimati in tremilioni e trecentomila.
Una domanda mi è sorta spontanea : considerato  che il gestore potrebbe essere   un ospedale pubblico perché chi governa in Regione  ha organizzato le cose in modo tale che i nostri soldi possano, ancora una volta ,  essere fagocitati da strutture private  ?
Ciò alla luce della cronica carenza di risorse sia economiche sia  professionali in cui versano gli ospedali lombardi , come  emerso anche dall’incontro tra primari e  consiglieri regionali avvenuto pochi giorni fa .
E tale situazione è nota da anni .
Qualche milione in più contribuirebbe a creare le condizioni per migliorare l’offerta sanitari pubblica con la soddisfazione di tutti :pazienti ed operatori sanitari .
O sbaglio ?
Dott. Andrea Bagaglio – medico

FRANCESCO - ISLAM UGUALE A TERRORISMO E' UN MENZOGNA SCIOCCA !

 © ANSA

BERGAMO- L'equazione fra terrorismo e islamismo? "sarà anche sulla bocca di tanti, ma quell'equazione è una menzogna e una sciocchezza": papa Francesco lo ha sottolineato in una intervista rilasciata all'Eco di Bergamo nel giorno in cui arriva in città il feretro di Giovanni XXIII, il 'papa Buono' che nel Bergamasco, a Sotto il Monte nacque. "Il ruolo delle religioni? Credo che il loro ruolo più importante sia quello della promozione della cultura dell'incontro, insieme alla promozione di una vera educazione a comportamenti di responsabilità nel prenderci cura del creato".
    Rispondendo poi a una domanda sulla difesa della verità da parte dei giornalisti, papa Bergoglio ha detto: "Anche nella Chiesa, quando non si vive la logica della comunione ma delle corporazioni, può avvenire che si intraprendano vere e proprie strategie di guerra contro qualcuno per il potere, che a volte si esprime in termini economici, a volte in termini di ruoli".
   

LE MANI IN TASCA DEL PRESIDENTE CAMERA FICO MENTRE SUONANO IL NOSTRO INNO !

Fico con le mani in tasca a Palermo durante l'inno Pioggia di critiche

PALERMO-Mano destra sul cuore (civili), mano alla tesa del cappello (militari), mani lungo i fianchi con le braccia tese (civili e militari): niente di tutto ciò. Durante l'esecuzione dell'Inno di Mameli, il presidente della Camera, Roberto Fico, ha tenuto le mani in tasca.
Fico partecipava all'arrivo della Nave della Legalità per ricordare la strage di Capaci e quando la banda ha iniziato a suonare l'inno nazionale, tutti hanno assunto un atteggiamento rispettoso, eccetto Fico, M5s, che ha tenuto le mani in tasca. Poi deve essersi ricordato delle regole basilari del comportamento ed ha "estratto" le mani dalle tasche, salvo poi portarle dietro la schiena. Meno peggio, ma ancora lontano dall'etichetta prevista.

MORTO SUL LAVORO MACCHINISTA TRENO CHE URTA CAMION SUI BINARI

Treno deragliato a Caluso © ANSA

TORINO-Grave incidente ieri sera sulla linea ferroviaria Torino-Ivrea, all'altezza del comune di Caluso. Il treno regionale 10027 ha travolto un tir, fermo sui binari all'altezza di un passaggio a livello. L'impatto, violentissimo, ha causato il deragliamento del locomotore e di due vagoni che sono finiti nei campi vicini. Un palo della luce è stato abbattuto, i cavi dell'alta tensione tranciati. Sfiorata anche una casa cantoniera. Due i morti e diciotto feriti, uno in modo grave.
Le vittime sono Roberto Madau, il macchinista 61enne del treno, e Stefan Aureliana, romeno di 64 anni che conduceva il mezzo di scorta tecnica al tir, un trasporto eccezionale. Stabili, al momento, le condizioni dei passeggeri feriti, diciotto delle trentuno persone che si trovavano a bordo del treno. 
Tra i feriti desta le maggiori preoccupazioni la capotreno che è ricoverata in prognosi riservata

UNA AL GIORNO -LICENZIATO DOPO NEPPURE UN GIORNO DI LAVORO !

 Il robot troppo lento

E’ costato 60mila dollari il robot Flippy ideato da Miso Robotics per la catena Caliburger. Si tratta di un braccio elettronico che avrebbe dovuto cucinare gli hamburger a puntino.
Avrebbe, appunto, perché dopo un giorno di lavoro nel fast food di Pasadena è stato licenziato in quanto troppo lento. 
Insomma, il ragazzo meccanico non teneva i ritmi della cucina.
E se ne infischiava dei richiami del capo cuoco !

mercoledì 23 maggio 2018

Un poco di sana ironia

L'immagine può contenere: 1 persona, testo



L'immagine può contenere: 1 persona, testo

Conte scrive, il sindaco Appendino risponde .

CASORATE SEMPIONE ( VA )SALVIAMO LA BRUGHIERA !

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

MORTO SUL LAVORO CADENDO NEL CANALE MENTRE LEGGE I CONTATORI



ISTRANA -( Treviso ) Una tragedia si è consumata questa mattina intorno alle 10.20 in via Fratelli Bandiera, a Istrana: un operaio di 55 anni di Casale sul Sile - Flavio Santoro - è morto mentre stava eseguendo la lettura dei contatori dell'acqua. La dinamica dell'incidente non è ancora chiara ma pare che l'uomo sia caduto in una roggia e sia morto annegato.

Si presume che l’uomo si sia sporto cadendo in acqua per recuperare un misuratore, che era stato appoggiato su un muretto ed era scivolato in acqua. La squadra dei vigili del fuoco arrivata sul posto dopo i primi soccorsi degli operai di un vicino cantiere stradale, hanno recuperato l’uomo adagiandolo in zona asciutta di un vicino sifone. I pompieri hanno iniziato la rianimazione cardiopolmonare continuata fino all’arrivo del personale del suem 118. Purtroppo, nonostante i soccorsi, il personale medico ha dovuto dichiararne la morte.( Il gazzettino )

PROFESSORE CHIEDE SOSPENSIONE PER ALUNNO INDISCIPLINATO , GENITORE LO AGGREDISCE !



TARANTO,- Un professore che insegna in una scuola media del rione Tamburi di Taranto è stato picchiato dal padre di uno studente per il quale era stata proposta la sospensione per 5 giorni. L'episodio è avvenuto qualche giorno fa. Il genitore si è presentato a scuola e ha chiesto di parlare con il professore del figlio. Poco dopo ha aggredito l'insegnante colpendolo con schiaffi e pugni.
    Collaboratori scolastici e altri professori sono intervenuti in difesa del malcapitato e il genitore si è allontanato. Una denuncia sarebbe stata presentata ai carabinieri. Lo studente sarebbe stato proposto per la sospensione dopo che si era rivolto in modo minaccioso verso il docente che gli intimava di smetterla di picchiare i compagni.

CARABINIERI CONVOCANO GENITORI DI PICCOLI VANDALI : " CI CHIAMATE PER QUESTE SCIOCCHEZZE ?"

piazza schuster saronno

SARONNO ( VA )-Un gruppo di adolescenti chiassosi erano stati visti da una pattuglia dei carabinieri . Mentre si avvicinavano un ragazzo sradicava un palo posto su di una aiuola della piazza . I carabinieri hanno fermato i 5 giovani ed hanno chiesto le generalità . Hanno denunciato nomi falsi . Il giovane vandalo non ha saputo spiegare il motivo del suo gesto .
I carabinieri hanno convocato i genitori che, infastiditi hanno detto : " ci convocate per queste sciocchezze ? "
La “sciocchezza” è costata ai cinque minori la denuncia alla Procura della Repubblica del Tribunale dei Minori per danneggiamento aggravato e false generalità.

PRONTO SOCCORSO ,DOPPIA EMERGENZA - SOVRAFFOLLAMENTO ED AGGRESSIONE AI SANITARI !

Emergenza aggressioni ai medici nei Pronto soccorso © Ansa

Le aggressioni al personale medico sono un'emergenza nei Pronto soccorso (Ps) italiani: dal 1 marzo al 30 aprile 2017, in 2 Ps su 3 (63%) si è infatti verificata almeno un'aggressione fisica. Emerge da un'indagine della Società italiana di medicina di emergenza urgenza (Simeu) su un campione di 218 Ps, pari al 33% di quelli presenti in Italia (667). Nel 2018, afferma Simeu, la situazione è "sensibilmente peggiorata in tutte le regioni". Nel 50% dei casi le aggressioni si sono verificate dove il sovraffollamento è più grave.
I Pronto soccorso non hanno personale a sufficienza !

IL FASCINO DELL'UOMO ...COL ROLEX

Il ritorno della sexy ladra: sfila un altro orologio a un uomo

RAVENNA. Sarebbe stato avvicinato da una donna mora di circa 35 anni che gli avrebbe poi sfilato l’orologio dal polso prima di fuggire a bordo di una Opel di colore azzurro.
Un furto con destrezza ancora una volta messo a segno ai danni di un anziano, quello avvenuto nella tarda mattinata di ieri in via Maggiore, dove la vittima del furto si era fermata in prossimità di un Bancomat per un prelievo. L’uomo era stato avvicinato dalla donna che dopo pochi convenevoli aveva cominciato ad allungare le mani. L’auto si è poi allontanata in direzione Fornace Zarattini. Un caso simile a quanto avvenuto due ore dopo in via Dismano, a Ponte Nuovo. Questa volta però l’uomo avvicinato con la stessa tecnica ha avuto la freddezza di reagire e di allontanarsi. In seguito ha notato che l’auto sulla quale la donna era salita era anche in quel caso azzurra. Dettagli che sono poi stati forniti ai carabinieri che indagano. Non è certo la prima volta che avvengono furti del genere a Ravenna. Nei mesi scorsi alcuni anziani erano stati alleggeriti dei propri Rolex da una giovane donna che, lasciando intendere di essere attratta dalle sue vittime, ne approfittava per slacciare i cinturini degli orologi dal valore di diverse migliaia di euro. Non è escluso che si tratti della stessa persona.( Corriere Romagna )

ALTRE MAESTRE ARRESTATE PER MALTRATTAMENTI AI BAMBINI !

 © ANSA

PARMA, 23 MAG - Sono accusate di aver maltrattato e terrorizzato bambini tra i tre e i cinque anni, in una scuola di Colorno, in provincia di Parma. Per questo due maestre sono state arrestate dai carabinieri.
    Le vittime sarebbero state costrette a subire ripetute violenze fisiche e psicologiche e punizioni restrittive. "Mangia col piatto in mano come un animale", è stata la frase che una delle due arrestate avrebbe pronunciato a un bambino che aveva disobbedito all'ordine di rimanere immobile.( Ansa )

26 anni fa la STRAGE di CAPACI



Il 23 maggio 1992 la mafia uccide brutalmente il magistrato Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e i 3 uomini della sua scorta: Vito SchifaniRocco Dicillo e Antonio Montinaro. Neanche due mesi dopo, il 19 luglio 1992, tocca a Paolo Borsellino che in Via D'Amelio salta in aria insieme ai cinque agenti di scorta Emanuela Loi, Agostino Catalano, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina. Due omicidi che sconvolgono e ammutoliscono l'intera Italia.  La "colpa" dei due magistrati? Quella di appartenere al "Pool antimafia", nato per indagare sulla criminalità organizzata a Palermo. Le indagini portarono al maxiprocesso di Palermo contro Cosa Nostra, tenuto nell’aula bunker proprio da Borsellino e Falcone. Il verdetto complessivo ammontò a 19 ergastoli, tra cui quelli a Totò Riina e Bernardo Provenzano, 2665 anni di carcere, 11 miliardi e mezzo di lire di multe e 114 assoluzioni - See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Strage-Capaci-mafia-Falcone-Borsellino-Palermo-palermo-chiama-italia-nave-della-legalita-81a996df-415b-43f3-a91e-d78633983a2c.html