venerdì 3 giugno 2022

SESSO NEL CONFESSIONALE DELLA CHIESA DELLE SUORE DI CLAUSURA

 


L'AQUILA - "Una notte da incubo, siamo ancora terrorizzate". Parla con voce scossa suor Giovanna, una delle otto monache benedettine celestine che vivono nel monastero di San Basilio, in pieno centro storico a L'Aquila.

Durante la Notte Bianca il convento di clausura, luogo per eccellenza di ritiro e silenzio, è stato invaso da un gruppetto di giovani che "per due volte hanno forzato la porta e sono entrati nella chiesa, sono saliti anche ai piani di sopra", raccontano le suore. "Vedere senza poter intervenire per il timore di reazioni, oltre all'angoscia e alla paura, ha generato in noi la violazione della nostra intimità di religiose di clausura", dicono.

Dopo due ore, un rumore dalla chiesa ha allertato ancora le suore: "Ho sentito trambusto in chiesa - racconta sempre suor Giovanna -, pensavo fosse un'altra consorella, invece, non era lei. Allora siamo scese e abbiamo visto un giovane e una giovane nudi nel confessionale. Appena ci hanno visti sono scappati senza abiti.

Nessun commento:

Posta un commento

LASCIA UN TUO COMMENTO