domenica 6 settembre 2020

82 anni fa un re farlocco razzista condannava a morte migliaia di esseri umani italiani !

 Pisa, 82 anni fa a San Rossore le leggi razziali

PISA -Ottantadue anni fa la firma del re sulle leggi della vergogna, le leggi razziali nel parco di San Rossore a Pisa. Quel drammatico passaggio della Storia è stato ricordato da Michele Emdin, medico, docente dalla Scuola Sant'Anna di Pisa. Emdin ha scritto un libro "Vite sospese: 1938 università ed ebrei a Pisa". Un lungo e doloroso viaggio anche fotografico nelle conseguenze di quelle leggi. Duecento studenti e una ventina di professori vennero allontanati dall'università per via di quelle leggi..

Ha scritto oggi su Facebook Enrico Rossi, presidente della Regione: "82 anni fa nella tenuta di San Rossore a Pisa un re traditore del suo popolo firmava le leggi razziali volute da Mussolini e dai fascisti. In Toscana furono deportati nei lager nazisti quasi mille ebrei. Pochissimi tornarono. A Livorno, le persecuzioni cancellarono una delle più grandi comunità ebraiche d’Italia. Così è avvenuto per altre città e paesi. Il razzismo incombe di nuovo con decine di episodi di violenza e discriminazione contro i neri e gli immigrati. Combattere il razzismo è un dovere morale e politico se vogliamo degnamente onorare la memoria di chi anche in Toscana è morto nelle stragi nazifasciste, nei campi di sterminio, nella lotta armata contro gli occupanti tedeschi e i fascisti repubblichini. Dal loro sacrificio dipendono le nostre libertà. Per questo essere antifascisti senza ambiguità deve essere un impegno assoluto e fondamentale per chi si candida a ruoli di responsabilità nelle istituzioni democratiche e repubblicane".

Nessun commento:

Posta un commento

LASCIA UN TUO COMMENTO