domenica 19 luglio 2020

DA ANNI LA "NDRANGHETA FA AFFARI LOSCHI IN VENETO !



VENEZIA -Sono 33 gli ordini di custodia cautelare emessi dal gip del Tribunale di Venezia, su richiesta della locale Ddda, nei confronti di altrettanti indagati accusati a vario titolo di associazione di tipo mafioso, traffico di stupefacenti, estorsione, rapina, usura, ricettazione, riciclaggio, turbata libertà degli incanti, furto aggravato, favoreggiamento, violazione delle leggi sulle armi, con le aggravanti mafiose. I provvedimenti scaturiscono da un'attività investigativa del Ros per accertare la presenza, in Veneto, di strutture 'ndranghetiste. Oltre cento le persone raggiunte da avvisi di garanzia.
   Un vero e proprio radicamento di durata ormai ventennale, con esponenti di 'ndrine della piana di Gioia Tauro che interagivano con il tessuto imprenditoriale ed economico della provincia di Verona, ai confini con Lombardia ed Emilia-Romagna, è stato scoperchiato al termine di una lunga indagine del Ros dei carabinieri di Padova con il coordinamento della Procura antimafia di Venezia, che ha portato al blitz con cui stamani sono stati notificati 33 provvedimenti cautelari, di cui 26 in carcere e sette con obbligo di firma.
Destinatari sono esponenti delle famiglie calabresi Gerace-Albanese-Napoli-Versace, stanziate a Sommacampagna e in altri comuni limitrofi della provincia scaligera.

Nessun commento:

Posta un commento

LASCIA UN TUO COMMENTO