sabato 10 novembre 2018

L'AVEVAMO DETTO ,MA NON CI AVETE ASCOLTATI



Potrei dire “ ve l’avevamo detto “ , questo però non muterebbe la situazione. 
La Consulta disinnesca sostanzialmente il jobs act. 
La Consulta ha depositato la sentenza con la quale ha dichiarato illegittima la norma relativa all'indennità per i licenziamenti ingiustificati contenuta nel Jobs Act. La Corte Costituzionale ha ribadito che la disposizione voluta dal Governo Renzi è anche in contrasto con la Carta sociale europea che prevede 'il diritto dei lavoratori, licenziati senza un valido motivo, a un congruo indennizzo o altra adeguata riparazione.
La sentenza rileva che il risarcimento collegato all'anzianità di servizio previsto dal Jobs Act, non rappresenta 'un adeguato ristoro del danno prodotto, né un'adeguata dissuasione del datore di lavoro dal licenziare ingiustamente'. È evidente, quindi, che le tanto decantate 'tutele crescenti' sono in contrasto con gli articoli 4 e 35 della Costituzione.
Se il Governo Renzi avesse dato ascolto al parere della Commissione lavoro della Camera che conteneva tra le condizioni (ignorate) la possibilità di reintegrare il lavoratore nell'azienda in caso di evidente sproporzione tra la misura del licenziamento e le sue motivazioni, non saremmo giunti a questo punto.
Meno cartelli e magliette in aula, meno grillinate in generale e magari più attenzione.


 On Antonio Boccuzzi  -PD - Ex componente commissione lavoro Camera - Un amico con cui ho condiviso manifestazioni e convegni riguardanti la Sicurezza  sul Lavoro 

Nessun commento:

Posta un commento

LASCIA UN TUO COMMENTO