venerdì 16 dicembre 2016

FIRMA SU CHANGE ORG-"RIAPRIAMO IL PUNTO NASCITE E LA PEDIATRIA DI ANGERA







Pochi giorni fa è avvenuta, con tempi e modalità assolutamente inaccettabili, la chiusura del reparto di pediatria e del punto nascite dell'ospedale C. Ondoli di Angera, In questa situazione sono coinvolti bambini, mamme, papà, donne in gravidanza che fino a novembre 2016 avevano un punto di riferimento negli ottimi reparti di maternità e pediatria dell'Ospedale di Angera ed ora si ritrovano a doversi rivolgere ad ospedali lontani (il piu vicino oltre 20 km con tutti i problemi logistici del caso) dove nessuno conosce la loro storia.
Centinaia di persone scese in piazza mobilitate con un passaparola rapido accolto subito con entusiasmo, volontà e determinazione di fare qualcosa per impedire la chiusura.
I reparti di maternità e pediatria dell'ospedale di Angera sono da sempre noti ed apprezzati come un'eccellenza come confermano le tante testimonianze raccolte sul gruppo fb "mamme uniamo le nostre forze x far riaprire il punto NASCITE e PEDIATRIA"
C'è una soluzione a tutto questo: la riapertura urgente dei due reparti maternità e pediatria e la ricollocazione dell'ottimo personale già presente al proprio posto di lavoro.
Chiediamo 
al Presidente della Regione Lombardia
al Ministro della Sanità
I recenti casi che hanno visto coinvolto l'ospedale di Angera meritano attenzione e devono essere l'occasione per ribadire concetti molto semplici:
- L'IMPORTANZA STRATEGICA DELL'OSPEDALE
- LA NECESSITA' DI POTENZIARE I SERVIZI ESSENZIALI OSPEDALIERI
- LA RIAPERTURA DELLA PEDIATRIA E DEL PUNTO NASCITE
Negli ultimi mesi poi diversi episodi hanno evidenziato l'importanza del pronto soccorso e di tutte le sue funzioni essenziali. Da qui l'obbligatorietà di prevedere un adeguato programma interventi atti ad aumentare i servizi a vantaggio dei territori e delle comunità che si appoggiano al nostro ospedale cittadino.
Questa petizione sarà consegnata a:
  • Presidente della Regione Lombardia
  • Ministro della sanità



















Nessun commento:

Posta un commento

LASCIA UN TUO COMMENTO