martedì 19 novembre 2019

LA DEMENZA SI COMBATTE ANCHE CON LA LETTURA !



Secondo Neurology restare analfabeti aumenta di tre volte le probabilità di andare incontro a declino cognitivo durante la vecchiaia.
Essere in grado di leggere e scrivere consente alle persone di impegnarsi in un maggior numero di attività in cui si usa il cervello, come leggere i giornali e aiutare i bambini e i nipoti a fare i compiti...
L’indagine è stata condotta tra alcune comunità di New York originarie della Repubblica Dominicana. In tutto sono state reclutate 983 persone di 77 anni di età che avevano frequentato al massimo quattro anni di scuola. Il campione è stato suddiviso in due gruppi: 237 persone non avevano mai imparato a leggere o a scrivere, mentre 746 possedevano almeno i rudimenti di base della lettura e scrittura. 



Dai risultati dei test è emerso che le persone che sapevano leggere e scrivere ottenevano punteggi più alti non solo nelle performance di lettura e scrittura, ma anche in altre prove per la valutazione delle capacità cognitive, come velocità di ragionamento e di orientamento spaziale. 
Questi risultati dimostrano che la lettura può rafforzare il cervello in vari modi che possono prevenire o ritardare l’insorgere della demenza. Anche con pochi anni di istruzione, le persone che imparano a leggere e scrivere ottengono vantaggi a lungo termine nei confronti di chi non acquista mai queste abilità. HD

Nessun commento:

Posta un commento

LASCIA UN TUO COMMENTO