lunedì 7 novembre 2016

RADIO MARIA - DUE MILIONI IN TRE ANNI DI SOLDI NOSTRI -

Quegli anatemi di Radio Maria pagati con i soldi pubblici Don Cavalcoli ." Iil terremoto è colpa delle unioni civili tra gay "

LA radio che lancia anatemi contro le leggi dello Stato è quella che prende dallo Stato più soldi di tutte le altre radio.

Proprio lo Stato che secondo padre Cavalcoli avrebbe scatenato "il castigo di Dio" è il finanziatore numero uno di Radio Maria. Di più: l'emittente religiosa è in cima alla lista delle radio che ricevono ogni anno un contributo pubblico. Negli ultimi tre anni di cui si conoscono le cifre, ha incassato 779 mila euro per il 2011, 730 mila per il 2012 e 581 mila per il 2013: due milioni e 90 mila euro nel triennio. Per svolgere un servizio pubblico? No, a titolo di "mero sostegno", in base a una legge di 18 anni fa varata per sostenere le emittenti locali che però le assicura un canale privilegiato.
 

Un dato che la mattina del 3 febbraio scorso non ha impedito al direttore di Radio Maria, don Livio Fanzaga, di commentare nella sua rassegna stampa la notizia dell'approvazione della legge sulle unioni civili paragonando la relatrice del provvedimento, Monica Cirinnà, "alla donna del capitolo diciassettesimo dell'Apocalisse, la Babilonia" (una prostituta), e a inviarle la sua macabra profezia: "Signora Cirinnà, lei oggi brinda prosecco alla vittoria, ma arriverà anche il funerale, stia tranquilla. Glielo auguro il più lontano possibile, ma arriverà anche quello"( da La Repubblica " ) 

Nessun commento:

Posta un commento

LASCIA UN TUO COMMENTO